Terapie

Regole base

Glicemia

Aspettando Gaudì e Godot che ci liberino dal fardello dei buchi nelle dita e iniezioni nelle chiappe e altre aree per fare l’insulina e controllare la glicemia, riepiloghiamo per quest’ultima alcune nozioni base.
La gestione del diabete può essere stressante. Il modo in cui ci si sente quando i livelli di glucosio nel sangue sono bassi o alto aggiunge stress. Poi ci mettiamo le nostre preoccupazioni derivanti dal possibile sviluppo di varie complicazioni, e il carico aggiuntivo nel trattamento che tali manifestazioni possono avere. Le strisce reattive per testare i livelli del glucosio nel sangue sono un componente chiave per il monitoraggio glicemico quotidiano del diabetico. Queste piccole strisce usa e getta di plastica possono sembrare insignificanti, ma forniscono un ruolo molto importante per la vita di noi diabetici nel tenere a “bada” la malattia. Nella grande maggioranza dei casi, ogni glucometro in uso ha un solo tipo di striscia reattiva abbinato e utilizzabile con lo stesso. Ci sono strumenti che consentono anche il test dei livelli dei chetoni nel sangue.
Come funzionano le strisce per il test?
Quando il sangue viene immesso sulla striscia reattiva, reagisce con una sostanza chimica chiamata glucosio ossidasi la quale produce acido gluconico dal glucosio nel sangue. All’altra estremità della striscia di test, il misuratore trasferisce una corrente sulla striscia reattiva. La striscia reattiva ha terminali elettrici che permettono allo strumento di misurare tale corrente tra i terminali.
La corrente tra i morsetti cambia a seconda del livello di acido gluconico che è stato prodotto. Il glucometro quindi utilizza un algoritmo reagente sul livello di glucosio nel sangue in base della differenza di corrente.
Alcune strisce reattive glicemia consentono la riapplicazione di più sangue per la stessa striscia reattiva, se necessario, durante la prova. La quantità di sangue richiesta da una striscia di test può variare tra i costruttori. Generalmente, è richiesto tra 0,4 microlitri a1 ml di sangue.
Alcune strisce reattive, non più comunemente utilizzati oggi, ma lo erano fino ai primi anni 80, non hanno bisogno di un glucometro. Quando il sangue viene posto sulla parte attiva della striscia e poi cancellato dopo un certo numero di secondi, il reagente cambia il colore e il risultato può essere ottenuto facendo corrispondere tonalità cromatica su di una scala colorimetrica presente a bordo della confezione delle strisce.
Strisce reattive
Per molti modelli, l’elemento è una striscia di materiale plastico con un piccolo punto impregnato di glucosio ossidasi e altri componenti. Ogni striscia è utilizzato una sola volta e poi eliminata. Invece alcuni altri modelli utilizzano tamburi, dischi, o cartucce che mantengono il materiale di consumo per delle prove multiple. È possibile utilizzare marchi famosi come Accu Chek attiva .
Codifica
Dal momento che le strisce reattive possono variare da lotto a lotto, molti modelli richiedono all’utente di inserire manualmente un codice collocato sul flacone delle strisce reattive o su un chip che viene fornito con la striscia stessa. Inserendo la codifica o chip nel misuratore di glucosio, lo strumento sarà calibrato a quella lotto di strisce reattive. Tuttavia, se il processo è effettuato in modo errato, la lettura del contatore può essere fino a 4 mmol / L (72 mg / dL) imprecisa.
Questo può mettere i pazienti a maggiore rischio di ipoglicemia. In alternativa, alcuni strisce reattive conservano informazioni del codice nella striscia; altri hanno il microchip nel flacone delle strisce che può essere inserito nello strumento. Questi ultimi due metodi riducono la possibilità di errore dell’utente. Le strisce One Touch ha standardizzato le strisce intorno ad un unico numero di codice, in modo che, una volta fissato, non vi è alcuna necessità di modificare ulteriormente il codice nei glucometri più vecchi e in alcuni più recenti.
Volume del campione di sangue
La dimensione della goccia di sangue necessaria per modelli diversi varia 0,3-1 microlitri. (I vecchi modelli necessari campioni sanguigni più grandi, definiti come una “goccia appeso” dal polpastrello.) Requisiti di volume più piccole riducono la frequenza delle punture improduttivi.
Sito alternativo d’esame
L’impiego di minori volumi di sangue ha permesso di provare zone alternative ai polpastrelli per il prelievo come: mani, avambraccio e facendo in modo di far riposare le predette aree da un eccessivo impiego.
Tempo di rilascio del risultato
I tempi per leggere il dato fornito dalla striscia reattiva può variare da 5 a 60 secondi a seconda dei modelli.
Display
Il valore del glucosio in mmol/l oppure mg/dl è visualizzato sul display digitale. L’unità di misura preferita varia a seconda del paese: mg / dl è preferito in Francia, Italia, Stati Uniti, Israele, Giappone e India. Mmol / L sono utilizzati in Australia, Canada, Regno Unito e Cina. La Germania è l’unico paese dove i medici operano abitualmente in entrambe le unità di misura. (Per convertire mg / dl a mmol / l, dividere per 18. Per convertire mmol / l in mg / dl, moltiplicare per 18.) Molti glucometri sono in grado di visualizzare entrambe le unità di misura; ci sono stati un paio di casi pubblicati [citazione necessaria] in cui un diabetico è stato ingannato e portato ad azioni sbagliate interpretando una lettura in mmol / l come a basso contenuto di mg / dl, o il contrario. In generale, se un valore è presentato con un punto decimale, è in mmol / l, senza un decimale è più probabile mg / dl.
Fattori che influenzano l’accuratezza dei risultati con le strisce reattive
È necessario buttare le strisce reattive obsolete, scadute o danneggiate. Conservare le strisce nel loro contenitore sigillato; tenerle lontano da fonti di calore ed umidità. Assicurarsi che le strisce siano compatibili col glucometro in uso. Mantenete il nostro glucometro e le strisce reattive a temperatura ambiente. Lavare e asciugare le mani e il sito del test a fondo prima di pungere la pelle.




Annunci