Diritti e rovesci

Obiettivo: ridurre le aspettative di vita

I ricercatori hanno investigato il motivo per cui vi è stato un notevole aumento della mortalità in Inghilterra e Galles nel 2015 e concluso che i guasti nel sistema di assistenza sanitaria e sociale legati al disinvestimento sono suscettibili di essere la causa principale.

Ci sono stati 30.000 morti in eccesso nel 2015, che rappresenta il più grande aumento dei decessi nel periodo post-bellico. I morti in eccesso, che comprendevano un picco nel mese di gennaio di quell’anno, erano in gran parte nella popolazione anziana che sono più dipendenti da assistenza sanitaria e sociale.

La segnalazione della loro analisi è riportata nel Journal of Royal Society of Medicine , i ricercatori della London School of Hygiene & Tropical Medicine, Università di Oxford e di Blackburn with Darwen Borough Council, hanno testato quattro possibili spiegazioni per picco di mortalità nel mese di gennaio 2015.Dopo aver escluso errori nei dati, freddo e influenza come cause principali per il picco, i ricercatori hanno scoperto che i dati delle prestazioni NHS avevano rivelato una chiara evidenza di guasti del sistema sanitario. Quasi tutti gli obiettivi sono stati mancati compresi i tempi di chiamata e uscita dell’ambulanza e i tempi di attesa, nonostante le non eccezionali presenze rispetto allo stesso mese degli anni precedenti. I tassi di assenza del personale sono aumentati e gli altri messaggi sono rimasti vuoti poiché il personale non era stato nominato.

Il professor Martin McKee, della London School of Hygiene & Tropical Medicine, ha detto: “L’impatto dei tagli derivanti dall’imposizione di austerità sul NHS non è riuscito a tenere il passo con la domanda e la situazione è stata aggravata dalla drammatica dalle riduzioni del budget per la salute di 16,7 miliardi £ e della spesa per l’assistenza sociale “.

Ha poi aggiunto: “. Con l’invecchiamento della popolazione, il NHS è sempre più dipendente da un sistema di assistenza sociale ben funzionante. Eppure l’assistenza sociale ha anche affrontato i tagli severi, con una diminuzione del 17% della spesa per gli anziani dal 2009, mentre il numero di persone di età 85 anni e oltre è aumentato del 9% “.

“Per mantenere gli attuali livelli di assistenza sociale ci vorrebbero fondi extra di 1,1 miliardi di £, che il governo ha rifiutato.”

Professor McKee ha proseguito: “La possibilità che i tagli per la salute e l’assistenza sociale siano implicati nei quasi 30.000 morti in eccesso è un dato che ha bisogno di ulteriore approfondimento. Data la natura inesorabile dei tagli, con eventuale collegamento alla mortalità in aumento, ci chiediamo perché la ricerca della causa non è stata perseguita con più urgenza?”

“È improbabile che sia solo sufficiente semplicemente la riorganizzazione e il consolidamento dei sistemi di pronto soccorso o alzando la ‘flessibilità’ della forza lavoro per rispondere alle sfide che alti livelli di ammissioni di anziani non autosufficienti e altri che sono vulnerabili possono presentare questo inverno e in inverni futuri. ”

I ricercatori dicono che ci sono già segnali preoccupanti di un aumento della mortalità nel 2016. Senza un intervento urgente, dicono, ci deve essere la preoccupazione che questa tendenza continuerà.

Commentando l’analisi, il professor Danny Dorling, dell’Università di Oxford, ha aggiunto: “Può sembrare ovvio che più persone anziane sono morte in precedenza a causa dei tagli del governo, ma ad oggi il numero dei morti non è stata valutato e chi amministra non hanno ammesso la responsabilità.”



Annunci