Ricerca

Controllo del glucosio e risposta autonomica durante lo stress acuto nei giovani con diabete di tipo 1: uno studio pilota.

Il diabete di tipo 1 (T1D) è una fonte cronica di stress metabolico e neuropsicologico, che può eventualmente portare a neuropatia autonomica e altre complicanze legate alle micro e macropatie vascolari. Si è mirato a studiare la relazione tra stress cronico T1D e risposta ANS al test di stress acuto che era previsto essere affetto da stress cronico. Lo studio è stato condotto da un gruppo di ricercatori del Children Hospital British Columbia University di Vancouver Canada e pubblicata sulla rivista scientifica per pediatri Pediatric Diabetes il 14 aprile scorso.

:
Venti giovani con diagnosi confermata di T1D sono stati valutati. La valutazione cronica dello stress includeva l’HbA1c ?7,5%, lo stress psicologico valutato dalla scala di stress percepito (PSS), gli eventi ipoglicemici e le citochine pro-infiammatorie. Il test di stress acuto utilizzava videogiochi di stress standardizzati. La risposta autonoma allo stress acuto è stata valutata dall’ampiezza e dalla direzione dei cambiamenti nella variabilità della frequenza cardiaca (HRV). L’analisi determina correlazioni tra i cambiamenti nella PNS durante test di stress e fattori di stress cronico del diabete.

Una forte correlazione è stata trovata tra l’ampiezza delle variazioni di alta frequenza (HF) e dei valori di HbA1c (? = 0,74, p <0,001). I giovani con HbA1c ?7,5% hanno mostrato un’ampiezza maggiore di cambiamenti di HF durante lo stress acuto (49% vs 16%, p <0,001) e un punteggio PSS più alto (22,5 vs 19,0, p = 0,003), rispetto a quelli con HbA1c < 7,5%. Inoltre, tra i giovani con HbA1c ?7,5%, quelli con cambiamenti positivi nell’HF avevano un livello inferiore di IL-8 rispetto a quelli con cambiamenti negativi (5,40 vs 7,85 pg / mL, p = 0,009).

I risultati dello studio supportano la necessità di comprendere meglio gli effetti sulla salute della disfunzione autonomica legata allo stress nei giovani con T1D.

Annunci