Tecno

I sistemi di monitoraggio continuo della glicemia sono efficaci in termini di costi e migliorano la qualità della vita dei diabetici

I sistemi di monitoraggio continuo della glicemia (CGM) offrono vantaggi significativi e quotidiani alle persone con diabete di tipo 1, fornendo misurazioni in tempo quasi reale dei livelli di zucchero nel sangue, ma possono essere costosi. Un nuovo studio condotto da ricercatori della University of Chicago Medicine, basato su una sperimentazione clinica di 6 mesi, rileva che l’uso di una CGM è conveniente per i pazienti adulti con diabete di tipo 1 rispetto all’utilizzo quotidiano delle strisce reattive. I risultati sono ben all’interno delle soglie normalmente utilizzate dai piani assicurativi per coprire i dispositivi medici. Durante lo studio, i CGM hanno migliorato il controllo generale della glicemia per il gruppo di studio e ridotto l’ipoglicemia o gli episodi ipoglicemia.

Lo studio, pubblicato il 12 aprile 2018 su Diabetes Care, una rivista dell’American Diabetes Association, ha anche simulato i costi e gli effetti sulla salute dell’uso della CGM sulla durata prevista dei pazienti . Ha dimostrato che il CGM ha anche aumentato la qualità della vita prolungando la quantità di tempo in cui i pazienti godono di una salute relativamente buona, senza complicazioni.

“Se mappi la vita di un paziente, è impressionante: il CGM aggiunge anni di vita e qualità alla vita stessa”, ha affermato Elbert Huang, MD, direttore associato del Centro di Chicago per la ricerca sulla ricerca sul diabete all’Università di Chicago e autore capo dello studio. “Mentre costa più denaro, i costi risparmiati dal minor rischio di complicazioni compensano i costi iniziali”.

Un monitor glicemico continuo utilizza un sensore minuscolo inserito sotto pelle per testare i livelli di zucchero nel sangue ogni pochi minuti nell’arco della giornata e invia i dati in modalità wireless al monitor. La prima generazione di CGM trasmette i dati a un dispositivo elettronico autonomo che sembra un cercapersone, ma i modelli più recenti possono funzionare con le app su smartphone e smartwatch. Ciò fornisce informazioni quasi in tempo reale e consente ai diabetici di regolare rapidamente l’attività fisica, l’assunzione di cibo o i livelli di insulina, prevenendo gravi episodi di zucchero nel sangue .

Lo studio randomizzato condotto su 158 pazienti con diabete di tipo 1 che si basava su più iniezioni giornaliere di insulina (non su una pompa per insulina). Due terzi del gruppo utilizzavano CGM e il rimanente terzo usava il metodo del prelievo del sangue dal dito con le strisce reattive e un glucometro per controllare gli zuccheri nel sangue.

Alla fine del periodo di prova di sei mesi, i costi sanitari totali dell’utilizzo di una CGM erano $ 11,032, rispetto ai $ 7,236 per i test manuali. Le differenze di costo erano dovute principalmente al costo iniziale del dispositivo CGM, circa $ 2.500. Ma il gruppo CGM ha visto riduzioni dei livelli di emoglobina A1C, una misura comune di controllo della glicemia e ha sperimentato meno eventi glicemici severi.

I ricercatori hanno anche utilizzato un modello statistico per simulare i costi e gli effetti sulla salute dell’uso della CGM sulla durata media prevista dei pazienti. Il modello ha calcolato un valore denominato anni di vita aggiustati per la qualità (QALY) per ciascun paziente, che rappresenta la quantità di tempo in cui vivono senza complicanze o gravi incidenti medici. Nell’analisi del ciclo di vita, il CGM è stato progettato per ridurre il rischio di complicazioni dovute al diabete di tipo 1 e aumentare i QALY di 0,54, aggiungendo sostanzialmente sei mesi di buona salute.

L’analisi ha calcolato un rapporto costo-efficacia incrementale, che mostra la differenza dei costi per un trattamento, in questo caso il CGM rispetto alle strisce di test giornaliere, oltre il beneficio per la salute che aggiunge, o la qualità degli anni di vita. Il rapporto costo-efficacia per la CGM era di circa $ 100.000 per QALY per la popolazione complessiva. Questo è ben al di sotto dei piani di assicurazione e la soglia posta dalle agenzie governative in Medicare (la mutua pubblica USA) che normalmente usano per decidere se coprire o meno un nuovo trattamento o dispositivo medico. Il rapporto è stato calcolato in base alla raccomandazione di utilizzare un sensore CGM per sette giorni, ma se tale utilizzo è stato esteso a 10 giorni, come fanno in molti, tale rapporto è stato ridotto a circa $ 33.000 per QALY.

“Sulla base di questa analisi, il CGM sembra una tecnologia molto preziosa, che non causa danni e migliora la vita delle persone”, ha affermato Huang. “Speriamo che diventi una parte importante del processo decisionale per rendere il CGM disponibile a più persone”.

I progressi della tecnologia CGM continueranno anche a ridurre i costi , in quanto si integrano ulteriormente con il software e i dispositivi digitali di tutti i giorni come gli smartphone.

“Indica un futuro di gestione delle malattie croniche che è più conveniente e offre ai pazienti un maggiore controllo”, ha affermato Huang. “Fondamentalmente, tutto ciò che il CGM fa è fornire informazioni, ma ciò permette ai pazienti di cambiare il loro modo di mangiare o di prescrivere i loro farmaci, consentendo ai pazienti di gestire la propria salute”.

Categorie:Tecno, Terapie

Con tag:,