Counseling/consulenze

Lasciar andare potrebbe essere un buon consiglio per la salute

Il consiglio di “lasciar andare” i sentimenti negativi viene ripetuto nelle lezioni di yoga e nei libri di auto-aiuto. Ora un nuovo studio suggerisce che porta davvero un beneficio per la salute duraturo.

Lo studio, su oltre 1.100 adulti di mezza età, ha rilevato che coloro i quali hanno avuto difficoltà a superare gli stress quotidiani in genere avevano più problemi di salute fisica un decennio dopo.

E non era solo che le persone erano meno sane all’inizio: avevano più emozioni negative .

I ricercatori hanno considerato le eventuali condizioni di salute fisica che i partecipanti allo studio avevano all’inizio, e la capacità di “lasciarsi andare” era ancora legata a una salute migliore 10 anni dopo.

I risultati, pubblicati di recente sulla rivista Psychological Science, non dimostrano che superare il malumore aumenterà il benessere fisico.

Ma aggiungono alla prova che le nostre reazioni allo stress hanno un costo fisico, ha detto James Maddux, un ricercatore che non è stato coinvolto nello studio.

“Ciò che è interessante qui è vome i ricercatori hanno osservato gli effetti del giorno dopo”, ha detto Maddux. È uno studioso del Centro per l’Avanzamento del Benessere della George Mason University a Fairfax, in Virginia.

Se si tende a rimuginare sulle seccature quotidiane – passando per ogni “cosa succede se” e “se solo” – amplifica l’impatto di un evento minore, ha detto Maddux.

“Probabilmente ti sentirai ancora peggio dopo una notte passata a rimuginare”, ha detto.

Se quel ciclo si ripete nel tempo,

“C’è un accumulo di risposte fisiologiche che ti logorano”, ha spiegato Maddux.

I risultati dello studio sono basati su 1.155 persone che hanno preso parte a uno studio nazionale sulla salute. Hanno tenuto traccia dei loro fastidi quotidiani e delle loro risposte emotive per circa una settimana.

Ogni giorno, i partecipanti hanno descritto i loro cambiamenti di umore nelle ultime 24 ore, stimando quanto tempo hanno trascorso sentendosi nervosi, tristi, arrabbiati o sconvolti, per esempio. Così i ricercatori sono stati in grado di verificare se le persone fossero ancora fuori forma il giorno dopo una giornata stressante, come una discussione o una brutta giornata di lavoro.

Dieci anni dopo, i partecipanti valutavano il loro benessere fisico, incluso se avevano malattie croniche , problemi nell’esercizio o limitazioni nelle attività quotidiana, tipo salire le scale o trasportare generi alimentari.

Questi problemi erano comuni: con il punteggio di 10 anni, solo il 17% dei partecipanti allo studio non presentava condizioni di salute fisica e solo il 20% non aveva lamentele riguardo ai limiti fisici.

Ma quei problemi erano più comuni tra le persone che avevano riferito di lasciare che le emozioni negative indugiassero in risposta ai fastidi quotidiani, i risultati lo hanno evidenziato.

Ed è la “persistente” parte contro l’esasperazione di breve durata, questa è la chiave, secondo la ricercatrice principale Kate Leger. Una studentessa dottoranda in psicologia e comportamento sociale presso l’Università della California, Irvine.

Le persone possono essere inclini a prolungati malumori per vari motivi, ha detto Leger. Per alcuni, l’ansia o la depressione potrebbero guidarla. Molti altri hanno naturalmente una disposizione più ansiosa o sono attratti dal rimuginare.

Ma anche se è la tua natura a resistere alle vibrazioni negative, può essere cambiata.

“Sì, è difficile” lasciar andare “, ha detto Leger. Ma, ha aggiunto, le persone possono coltivare tale abilità attraverso pratiche come la “consapevolezza” e meditazione, in cui si educa la mente a concentrarsi sul presente, piuttosto che preoccuparsi del passato.

“Concentrarsi sul presente, specialmente sulle cose per cui sei grato, ha dimostrato di avere diversi benefici, tra cui un miglioramento dell’umore e del benessere”, ha detto Leger.

Maddux ha convenuto che la meditazione può aiutare. Inoltre, ha detto, la premessa dietro le “terapie di conversazione” standard per la salute mentale è che le persone possono, in effetti, imparare a cambiare i modi di pensare radicati.

“Alcune persone credono che la preoccupazione possano effettivamente impedire che accadano cose brutte”, ha detto Maddux. Quindi può essere difficile per loro vedere la stessa mentalità come una fonte di problemi, piuttosto che soluzioni. Ma, ha detto, è possibile.

“Puoi iniziare a vedere che forse il problema è nel modo in cui pensi – e non in quello che gli altri stanno facendo”, ha detto. “Chiunque può imparare a gestire meglio le proprie emozioni”.