Educazione

A proposito di conta dei carboidrati

I benefici del conteggio supplementare di grassi e proteine ??rispetto al convenzionale dei soli carboidrati per il calcolo del bolo di insulina nei bambini con terapia in microinfusore d’insulina.

Cosa si è ricavato dal conteggio dei carboidrati (CARB) e del grasso/proteina (CFP) utilizzando il bolo normale e a onda doppia nella terapia con pompa di bambini e giovani con diabete di tipo 1 (T1D)?

Uno studio clinico randomizzato effettuato Centro diabetologico per bambini e adolescenti, Kinder- und Jugendkrankenhaus, Hannover, Germania.e pubblicato in Pediatric Diabetes è stato condotto in 42 pazienti (età 6-21 anni) con T1D per almeno 1 anno (5,2 ± 3,1 anni, media ± DS) e terapia con pompa per almeno 3 mesi (3,3 ± 1,8 anni). Pasti di prova standardizzati (pizza-salame, 50% di carboidrati, 34% di grassi, 16% di proteine, corrispondenti al 33% del fabbisogno energetico giornaliero corretto per l’età) sono stati somministrati all’ora di pranzo in quattro giorni diversi con bolo normale e a onda doppia utilizzando CARB e CFP che contano in una sequenza randomizzata. Le pompe con sensore aumentato sono state utilizzate per il monitoraggio continuo della glicemia dei profili di glucosio postprandiale a 6 ore. Confronto intra-individuale dei parametri del glucosio [area sotto la curva (AUC) mg / dL × 6 h; glucosio medio, AV mg / dL] sono stati eseguiti.

Usando il conteggio CFP, l’AUC postprandiale 6-h di glucosio (805 ± 261) e l’AV (137,8 ± 46,2) erano significativamente inferiori all’AUC (926 ± 285) e AV (160,5 ± 51,9) con il conteggio CARB (p <0,001, ciascuno). Il conteggio della CFP ha portato a livelli significativamente più bassi di glucosio postprandiale indipendentemente dal tipo di bolo (bolo normale: AUC 169, p <0,001; ?AV 30,6, p <0,001 / bolo a doppia onda: AUC 73, p = 0,045, ?AV 14,8, p = 0,033). Gli episodi di ipoglicemia postprandiale (<70 mg / dl) si sono verificati più frequentemente nella CFP rispetto al conteggio di CARB (35,7% vs 9,5%, p <0,001). Non è stata riportata alcuna grave ipoglicemia.

Nei pazienti con T1D a lungo termine, il dosaggio insulinico correlato al pasto basato sul conteggio di carboidrati più grassi/proteine ??riduce i livelli di glucosio postprandiale (ClinicalTrials.gov NCT01400659 ).

PROMOZIONE

Diabetici Insieme a Bologna organizza un primo corso per il calcolo dei carboidrati.

GIOVEDÌ 31 MAGGIO DALLE ORE 14,30 ALLE ORE 16 presso l’AULA CORSI DELLE MALATTIE DEL METABOLISMO, pad.7

Il corso si articolerà in 4 giornate , il 31/5, il 7/6, il 14/6, il 21/6 e sarà tenuto dal Dott. Gabriele Forlani, diabetologo presso il servizio delle Malattie del Metabolismo, dalla Dott.ssa Simona Moscatiello, diabetologa e nutrizionista presso il servizio di Diabetologia dell’Ospedale S.Orsola, e dalla dott.ssa Sara Cataldi, dietista presso il servizio delle Malattie del Metabolismo.

La finalità di questo corso sarà quella di adeguare la terapia insulinica alle abitudini alimentari ed allo stile di vita delle persone affette da diabete.

Calcolare la quantità totale dei carboidrati è una strategia chiave che permette il controllo glicemico nei pazienti che utilizzano l’insulina, aggiustando la dose di insulina stessa, in rapporto al conteggio, e variando liberamente la propria alimentazione.

Il corso è rivolto ai pazienti affetti da Diabete di Tipo 1, a quelli di Tipo 2, al Diabete in Gravidanza  e.. a tutti i diabetici motivati e… capaci.

Questo primo corso avrà un numero massimo di partecipanti pari a 20 persone, pertanto chiedo, a chi è interessato, di iscriversi entro e non oltre venerdi 11 maggio, inviando una mail a: diabologna@gmail.com.

Tutti coloro che non potranno accedere, per superamento del numero massimo di partecipanti, avranno una priorità di accesso al prossimo corso.

Alla fine del corso verrà rilasciato un’opuscolo con tutti gli argomenti trattati.

Il corso è GRATUITO per gli iscritti a DIA.BO.

Annunci

Categorie:Educazione, Mangiare

Con tag:,

Rispondi