Ricerca

Il tè verde previene i disturbi vascolari e attenua la disgregazione periodontale dell’iperglicemia a lungo termine nei ratti T1D

Un gruppo di ricercatori brasiliani del Dipartimento di Scienze Biologiche, Bauru School of Dentistry, Università di São Paulo ha valutato gli effetti del tè verde sulla modulazione della vascolarizzazione durante la progressione della parodontite spontanea nell’iperglicemia a lungo termine nei ratti diabetici di tipo 1 (T1D) indotti da streptozotocina. La ricerca è stata oggi sul Journal of Clinical Periodontology.

I ratti Wistar normoglicemici (NG) e T1D sono stati divisi in due gruppi di controllo, che hanno ricevuto acqua (NG-W e T1D -W) e due gruppi sperimentali che hanno ricevuto tè verde (NG-GT e T1D -GT). Le strutture parodontali sono state valutate mediante analisi microtomografiche e istologiche. Sono state valutate il numero di cellule immunocolorate per VEGF (NcVEGF + / mm 2 ) e CD31 (NcCD31 + / mm 2 ), nonché la densità microvascolare (MVD) nel legamento parodontale (PDL).

Iperglicemia a lungo termine nei ratti T1D -W ha indotto alterazioni vascolari in PDL con una riduzione del 36% in MVD, una diminuzione del 33% in NcCD31 + / mm 2 e un aumento del 53% in NcVEGF + / mm 2. In concomitanza, è stato osservato un grave grado di parodontite con maggiore riduzione del volume osseo e del livello osseo parodontale. Nel T1D -GT, il tè verde manteneva MVD, NcCD31 + / mm 2 e NcVEGF + / mm 2 nel PDL simili ai gruppi normoglicemici. Clinicamente, nei ratti T1D -GT, il tè verde riduce l’accumulo di placca dentale e il grado di parodontite rispetto al T1D -W.

Il consumo giornaliero di tè verde ha un effetto terapeutico sul disturbo vascolare diabetico nella PDL e sulla progressione della parodontite nell’iperglicemia a lungo termine nei ratti T1D.

 

 

Annunci