Complicanze varie/eventuali

L’urina di pazienti con malattie renali contiene diversi mix di batteri

L’urina di pazienti affetti da malattie renali contiene un mix eterogeneo di batteri come Staphylococcus e Streptococcus, secondo uno studio condotto da ricercatori della Loyola Medicine e della Loyola University di Chicago.

La diversità batterica in genere era più alta tra i pazienti con malattie renali che presentavano anche un’urgenza urinaria (improvvisa, urgente necessità di urinare). I risultati dello studio potrebbero portare a nuovi approcci per il trattamento di problemi alle basse vie urinarie come l’urgenza urinaria e l’incontinenza.

Lo studio del corrispondente autore Michael J. Zilliox, PhD, primo autore Holly Kramer, MD, MPH e colleghi è stato pubblicato sulla rivista International Urology and Nephrology. Il documento è l’ultimo di una serie di innovativi studi Loyola sul microbioma (comunità di microrganismi) trovati nelle urine.

L’urina nei pazienti sani ha generalmente uno o due batteri dominanti, mentre nei pazienti con malattie renali ci sono molti diversi tipi di batteri. È un pò ‘come la differenza tra un prato ben curato e un prato invaso da denti di leone, trifoglio, cardo e altre erbacce.

I risultati sono coerenti con altre ricerche che mostrano come la diversità del microbioma può influenzare la salute di una persona. Ad esempio, la bassa diversità di microbiomi nell’intestino è stata associata a malattia infiammatoria intestinale mentre l’elevata diversità del microbioma vaginale è stata collegata alla vaginosi batterica.

I medici sono stati tradizionalmente addestrati a credere che l’urina non contenga batteri. Ma un precedente studio di Loyola ha smentito la credenza comune che l’urina sia sterile. Il nuovo studio ha ampliato questi risultati precedenti.

I ricercatori hanno esaminato l’urina di 41 donne e 36 uomini con malattia renale da stadio 3 a stadio 5, ma non in dialisi. I pazienti avevano 60 anni o più e meno del 60% della funzionalità renale, con una media del 27% della funzione. Anche il sessantanove per cento degli uomini e il 70 per cento delle donne era diabetica. Il 42% degli uomini e il 51% delle donne ha avuto un’urgenza urinaria e il 78% degli uomini e il 51% delle donne ha avuto nicturia (minzione notturna eccessiva).

Lo studio ha rilevato 19 tipi di batteri nei campioni di urina e pochi campioni sono stati dominati in modo schiacciante da un singolo genere. Oltre allo stafilococco e allo streptococco , i batteri trovati nelle urine dei pazienti renali includevano Corynebacterium, Lactobacillus, Gardnerella, Prevotella, Escherichia / Shigella e Enterobacteriaceae .

Anche i campioni che contenevano un tipo dominante di batteri riportavano anche molti altri tipi importanti.

Reni sani secernono peptidi antimicrobici nelle urine per prevenire calcoli renali e infezioni del tratto urinario. È possibile che le persone con  secernano meno peptidi, portando a un microbioma più diversificato, hanno detto i ricercatori.

Lo studio era uno sforzo collaborativo che includeva i dipartimenti di nefrologia, urologia, microbiologia e scienze della salute pubblica. Loyola Genomics Facility ha effettuato il sequenziamento e l’analisi del DNA batterico trovato nei campioni di urina.

Annunci