Counseling/consulenze

Attività sociali legate a una maggiore soddisfazione della vita

Se vuoi dare un piccolo impulso alla tua soddisfazione nella vita da un anno a questa parte, potresti voler provare strategie incentrate sul sociale, su strategie che implicano attività sociali, secondo una ricerca pubblicata su Psychological Science, una rivista dell’Association for Psychological Science.

“La nostra ricerca ha dimostrato che le persone che hanno inventato strategie di” benessere “le quali coinvolgevano altre persone erano più soddisfatte delle loro vite un anno dopo, anche dopo aver considerato d’essere marginalmente più felici al principio”, spiega la scienziata psicologa Julia Rohrer dell’Università di Lipsia, autore principale dello studio. “Al contrario, le persone che hanno escogitato strategie che non coinvolgevano esplicitamente gli altri sono rimasti, in media, insoddisfatti come loro.”

Rohrer e i coautori David Richter, Martin Brümmer, Gert G. Wagner e Stefan C. Schmukle hanno esaminato i dati di un sottocampione del German Socio-Economic Panel Study, un sondaggio rappresentativo a livello nazionale degli adulti tedeschi. Nel 2014, i partecipanti a questo campione hanno riportato quanto erano soddisfatti della vita, fornendo un punteggio da 0 (completamente insoddisfatto) a 10 (completamente soddisfatto). Hanno anche riferito di quanto fossero essere soddisfatti in un arco di 5 anni e descritto le strategie che potevano adottare per garantire una soddisfazione di vita sostenuta in futuro. Un anno dopo, i partecipanti hanno nuovamente valutato il loro livello di soddisfazione della vita .

Dei 1178 partecipanti, 596 hanno fatto una dichiarazione generale (ad es. “Non c’è molto che potrei cambiare”) o espresso un’idea che non implicava azioni individuali (ad esempio “politiche diverse migliorerebbero la vita”), mentre 582 hanno riferito una specifica strategia. Questi due gruppi non hanno mostrato sostanziali differenze nella soddisfazione della vita nel tempo.

Rohrer e colleghi hanno ulteriormente esaminato i dati dei 582 partecipanti che hanno effettivamente descritto strategie specifiche. Di questi, 184 approcci citati si sono incentrati su una qualche forma di impegno sociale (ad esempio, “aiutare gli altri”, “trascorrere più tempo con la famiglia”, “passare più tempo con gli amici”), mentre 398 hanno descritto alcune forme di strategia non sociale (ad es. smettere di fumare”).

Le analisi hanno rivelato che gli individui che hanno descritto una strategia sociale mostravano un aumento della soddisfazione della vita un anno dopo, mentre quelli che hanno segnalato strategie non sociali evidenziavano livelli relativamente costanti.

I dati che riflettono quanto tempo i partecipanti hanno speso in varie attività indicano che il tempo passato a socializzare con familiari, amici e vicini ha contribuito a spiegare l’aumento della soddisfazione della vita un anno dopo.

Rohrer osserva che ulteriori ricerche, compresi studi sperimentali e longitudinali con più valutazioni di follow-up, aiuteranno a chiarire perché le strategie sociali sembrano migliorare la soddisfazione della vita e le strategie non sociali no.

I risultati suggeriscono che passare più tempo con altri potrebbe essere la strada più promettente verso un maggiore benessere, concludono i ricercatori.

“Molte persone sono interessate a diventare più felici, ma c’è una mancanza di prove riguardo gli effetti a lungo termine del perseguimento della felicità attraverso vari tipi di attività. Dopo tutto, non c’è alcuna garanzia che provare a diventare più felici non ti renda più infelice infine “, dice Rohrer. “Penso che il nostro studio in parte colmi questa lacuna nella letteratura, anche se è sicuramente necessaria una maggiore ricerca con una prospettiva longitudinale”.

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.