Complicanze varie/eventuali

Diabete mellito e infertilità: diversi effetti patofisiologici nel tipo 1 e nel tipo 2 sulla funzione spermatica

Sebbene sia nota la prevalenza della sub-infertilità in pazienti diabetici in età fertile, i meccanismi con cui il diabete mellito (DM) causa l’infertilità maschile non sono completamente spiegati. Questo effetto dannoso si ottiene con una varietà di meccanismi che includono i momenti patogenetici in fase pre-testicolare, testicolare e post-testicolare e possono essere diversi nel diabete mellito di tipo 1 (DM1) e diabete mellito di tipo 2 (DM2) a causa del tipo di diabete, della durata della malattia e della compensazione metabolica glicemica.

Scopo di questo studio svolto da un team di ricercatori del Dipartimento di Medicina clinica e sperimentale, Università di Catania, Italia era valutare se la malattia diabetica possa essere considerata un fattore di rischio per l’infertilità considerando le differenze eziopatogenetiche tra DM1 e DM2 sulla funzione spermatica.

A tale scopo sono stati arruolati 38 pazienti DM1 e 55 pazienti DM2 con storia di infertilità idiopatica> 12 mesi e 100 soggetti sani fertili. I seguenti risultati sono stati valutati in microscopia ottica e citometria a flusso: funzione spermatica (mediante parametri spermatici convenzionali e biofunzionali) e segni di infezione/infiammazione urogenitale (da concentrazioni di leucociti spermatici e indici di stress ossidativo). Inoltre, una valutazione andrologica (mediante valutazione ecografica didymo-epididima, testosterone totale siero, LH, e le misurazioni di FSH) è stata eseguita in pazienti DM1 e DM2 rispetto ai controlli.

I pazienti diabetici hanno mostrato un rischio più elevato di diventare sterili e i meccanismi patofisiologici del danno erano diversi in DM1 e DM2.

I parametri spermatici convenzionali dei pazienti diabetici sono peggiori dei controlli (p?<0,05). Il DM2 ha causato una condizione infiammatoria con aumento dello stress ossidativo con conseguente riduzione della vitalità dello sperma e aumento della frammentazione del DNA dello spermatozoo.

DM1 ha alterato la minzione dell’epididimo causando un volume eiaculato inferiore e un danno mitocondriale con conseguente riduzione della motilità degli spermatozoi.

Questi risultati e prove supportano la tesi che il DM possa essere considerato come causa di infertilità maschile, suggerendo che la prevenzione della malattia diabetica nel DM2 e il follow-up dei parametri seminali in DM1 potrebbero prevenire il declino della fertilità in queste categorie di pazienti.

Lo studio è pubblicato sulla rivista scientifica Frontiers in Endocrinology giugno 2018

Annunci