Dai media e web

Il Venezuela esortato a fermare la diffusione del morbillo e difterite

(Reuters Caracas 23-6-18) La Pan American Health Organization ieri ha dipinto un quadro desolante del sistema sanitario venezuelano, chiedendo un’azione urgente per fermare la trasmissione di morbillo e difterite in mezzo a una crisi intensificante che ha visto un esodo di medici.

Le Americhe sono state dichiarate libere dal morbillo nel 2016, ma la malattia virale, che causa polmonite, gonfiore e morte, è tornata in Venezuela lo scorso anno, secondo PAHO, che è l’ufficio regionale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Il primo caso è stato confermato a luglio 2017 ma a giugno 2018 tale cifra è salita a 2.285, con casi in 21 dei 24 stati venezuelani e della capitale federale.

In un rapporto, PAHO ha accusato una rottura della copertura vaccinale, “lasciando ampie sacche ddella a rischio infezioni”, oltre a un monitoraggio e una gestione inadeguati.

C’è stato anche un grande focolaio di difterite, un’infezione batterica che rende difficile respirare e nei casi gravi provoca danni al cuore e ai nervi, con 1.086 casi confermati nel periodo 2016-18 e un tasso di mortalità confermato del 14,7%.

Il tasso di malaria, nel frattempo, è aumentato di quasi quattro volte dal 2015 al 2017, che ha avuto 406.289 casi.

Il governo socialista del presidente Nicolas Maduro è nel mezzo di una crisi sempre più profonda con scarsità di cibo e medicine.

Ciò a sua volta ha portato a “una progressiva perdita di capacità operativa nel sistema sanitario nazionale”, afferma il rapporto, con la Federazione venezuelana di medici che stima come circa 22.000 medici siano emigrati fuori dal paese.

La cifra rappresenta un terzo dei 66.138 medici del paese segnalati nel 2014.

Più di 1,6 milioni di venezuelani sono fuggiti nel 2017, sollevando preoccupazioni per la salute pubblica in diversi paesi confinanti, in particolare Colombia, Guyana, Ecuador e Trinidad e Tobago, secondo il rapporto.

Ma il rapporto ha anche rilevato che il Venezuela continua ad avere una significativa capacità sanitaria nonostante le sfide e sta espandendo la sua risposta agli attacchi con l’assistenza di PAHO.

Annunci

Categorie:Dai media e web

Con tag:

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.