Tecno

L’aggiunta di Pramlintide migliora notevolmente i sistemi di pancreas artificiale di prima generazione

Un esempio di una interfaccia utente del pancreas artificiale. Credit: UVA Salute

ORLANDO, Florida – Gli adulti con diabete di tipo 1 hanno sperimentato un maggiore controllo glicemico con una minore variabilità quando utilizzavano un sistema di pancreas artificiale con somministrata insulina a formulazione rapida più pramlintide rispetto a un sistema che utilizza solo insulina rapida, secondo i dati al 78 Congresso scientifico ADA in corso.

“Negli ultimi 5 o 6 anni sono stati condotti studi che dimostrano costantemente come, se somministriamo insulina a ciclo chiuso, otteniamo un controllo migliore rispetto alla terapia con pompa convenzionale” , ha dichiarato Ahmad Haidar, PhD, assistente professore nel dipartimento di ingegneria biomedica e membro associato nella divisione di medicina sperimentale presso la McGill University di Montreal, durante una conferenza stampa. “Tuttavia, il controllo post-pasto rimane una sfida. Quindi, anche con un pancreas artificiale con sola insulina abbiamo ancora avuto difficoltà a controllare i livelli di zucchero dopo i pasti “.

In uno studio pilota che comprendeva 12 adulti con diabete di tipo 1, Haidar e colleghi hanno valutato l’efficacia dell’aggiunta dell’analogo dell’amilina pramlintide (Symlin, AstraZeneca) a un sistema di pancreas artificiale. I partecipanti hanno utilizzato ciascuno dei tre sistemi di pancreas artificiale, in ordine casuale, per 24 ore: un sistema che utilizzava insulina regolare più pramlintide, un sistema che utilizzava insulina rapida più pramlintide e un sistema che utilizzava solo insulina rapida. I sistemi a doppio ormone richiedevano agli utilizzatori di indossare due pompe e gli ormoni venivano somministrati simultaneamente in un rapporto fisso, in bolo basale. Per 2 settimane prima dello studio, i partecipanti hanno usato il pramlintide per ottimizzare i tassi basali e i rapporti di carboidrati. Durante ogni prova ospedaliera di 24 ore, i partecipanti hanno mangiato gli stessi tre pasti e uno spuntino prima di coricarsi.

L’insulina rapida più pramlintide ha sovraperformato gli altri sistemi, sebbene le differenze non fossero significative tra le due configurazioni di pramlintide. La percentuale di tempo trascorso nell’intervallo di glucosio da 3,9 mmol / L a 10 mmol / L è risultata massima per il sistema che utilizza insulina rapida più pramlintide rispetto all’insulina rapida da sola (86% vs 74%; P = 0,001). Il livello medio di glucosio era di 7,4 mmol / L per l’insulina rapida più il sistema del pramlintide rispetto a 7,9 mmol / L per l’insulina rapida da sola ( P = 0,01). Il coefficiente di varianza era del 27% per il pramlintide più un rapido sistema di insulina contro il 31% per l’insulina rapida da sola ( P = .017).

“Ci aspettavamo alcuni benefici con il nuovo pancreas artificiale insulinpluspramlintide, ma siamo rimasti sorpresi dalla portata dei miglioramenti e dai bassi tassi di effetti collaterali”, ha detto Haidar. “Inoltre, i pazienti hanno riportato una soddisfazione molto più alta con il pramlintide di quanto ci aspettassimo. ”

Haidar ha detto che uno studio su un sistema di pancreas artificiale a triplo ormone con insulina, pramlintide e glucagone è previsto che abbia inizio a settembre.

Riferimento:

Haidar A, et al. 210-OR. Presentato a: American Diabetes Association 78th Scientific Sessions; 22-26 giugno 2018; Orlando, in Florida

Haidar riferisce di essere un consulente di Eli Lilly and Company e riceve il supporto di ricerca da AgaMatrix e Medtronic Diabetes.

Categorie:Tecno

Con tag:,