microinfusore

Problemi della pelle associati a pompe per insulina e sensori negli adulti con diabete di tipo 1: uno studio trasversale.

In futuro, l’uso diffuso di sistemi di infusione a ciclo chiuso (pancreas artificiale) per il trattamento del diabete di tipo 1 (T1D) può migliorare significativamente il controllo glicemico e la flessibilità del trattamento. Tuttavia, i set di infusione e i cerotti necessari per questi trattamenti possono causare complicanze dermatologiche le quali potrebbero ostacolare la diffusione della nuova tecnologia; pochi studi hanno esaminato queste complicanze negli adulti. Lo scopo di questo studio effettuato dai ricercatori del Department of Pediatrics, Copenhagen Diabetes Research Center (CPH-DIRECT), Copenhagen University Hospital , Herlev and Gentofte, Denmark. era di descrivere le complicanze dermatologiche associate alla continua infusione di insulina sottocutanea (CSII) e al monitoraggio continuo del glucosio (CGM) negli adulti.

Un totale di 118 pazienti adulti di due diverse cliniche diabetiche ha compilato un questionario riguardante le complicanze dermatologiche associate al loro trattamento con CSII e/o CGM, altre variabili di trattamento, durata del diabete, allergie, cura della pelle e altre patologie.

L’uso di CGM o CSII era associato a eczemi, cicatrici e ferite attuali. In totale, il 34% degli utenti di CSII e il 35% degli utenti di CGM hanno attualmente una o più lesioni cutanee a causa dell’uso di questi dispositivi. Non abbiamo trovato un’associazione significativa con i livelli di emoglobina glicata (HbA1c), una storia di dermatite atopica o altre patologie cutanee. Tuttavia, l’analisi multivariata ha rivelato associazioni con una storia di atopia e complicazioni dermatologiche associate a CSII.

Complicazioni dermatologiche erano presenti in uno su tre pazienti e rappresentano una sfida significativa all’utilizzo di CSII e CGM per trattare gli adulti con T1D. Saranno necessari studi prospettici sulle cause di queste complicanze per sviluppare strategie preventive e assicurare che possano essere implementati approcci terapeutici ottimali per il trattamento del diabete che traggano vantaggio dalle ultime tecnologie.

Pubblicato il 12 giugno 2018 sulla rivista scientifica Diabetes Technology & Therapeutics

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.