microinfusore

Rottura della pompa di insulina e fallimento complessivo dell’infusione nei bambini italiani con diabete di tipo 1 : studio osservazionale prospettico di 1 anno con suggerimenti per ridurre al minimo l’impatto clinico

L’incidenza dei fallimenti dell’infusione dell’insulina tramite pompa in una coorte di bambini e adolescenti con diabete di tipo 1 è stata valutata prospetticamente durante un follow-up di 1 anno.

Insufficienza della pompa di insulina e guasti dell’insieme infusionale sono stati registrati in modo prospettico in una coorte di 1046 bambini e adolescenti di 25 centri pediatrici per il diabete tra questi: Dipartimento di Pediatria, Università di Torino – Dipartimento di Pediatria, Istituto IRCCS Giannina Gaslini, Genova. Centro per il diabete giovanile, Ospedale pediatrico Anna Meyer, Firenze. Dipartimento di Scienze Pediatriche, Università di Messina, Messina. Centro Regionale per il Diabete Pediatrico “G. Stoppoloni”, Dipartimento di Pediatria, Università della Campania “Luigi Vanvitelli”, Napoli. Centro regionale per il diabete pediatrico, diabete pediatrico e unità di disturbi metabolici, Università di Verona. Unità per il diabete, Dipartimento universitario di medicina pediatrica, Ospedale pediatrico Bambino Gesù, Roma. Dipartimento di Pediatria, Ospedale S.Orsola-Malpighi, Bologna. Unità di Diabete Pediatrico, Ospedale di Brotzu, Cagliari. CORESEARCH, Centro per la ricerca dei risultati e epidemiologia clinica, Pescara. Divisione di diabetologia pediatrica, Dipartimento di salute della donna e dell’infanzia, Ospedale AOU G. Salesi, Ancona. Istituto di ricerca sui diabetici e sul diabete, Ospedale San Raffaele, Milano. Diabete pediatrico ed endocrinologia e nutrizione ASST Cremona Cremona. (50% maschi, età media 12,2 ± 4,1 anni), con diabete di tipo 1 da 6,7 ??± 3,6 anni e utilizzo pompa per insulina da 3,3 ± 2,2 anni.

È stato registrato un tasso medio di 4,5 fallimenti / anni-persona; l’incidenza (eventi per persona-anno) per ogni insuccesso è stata la seguente: 8.4 per gli episodi di iperglicemia risolti con cambiamento del set di infusione; 7 per le bolle; 2.8 per attorcigliamento cannula; 2.4 per sanguinamento; 2 per distacco set; 2 per blocco della pompa; 1.9 per inceppamento; 1,8 per lipoipertrofia; 0,3 per l’infezione. All’analisi multivariata è stata dimostrata un’associazione significativa tra HbA1c e lipoipertrofia (p <0,0028). L’analisi per gruppo di età (<6, 6-11,> 11 anni) ha mostrato una maggiore frequenza di bolle, episodi di iperglicemia e lipoipertrofia nei bambini in età prescolare; occlusione e blocco delle pompe erano più frequenti negli adolescenti. Insulina aspart era associata a un minor rischio di bolle e iperglicemia mentre la glulisina era associata ad un rischio più elevato di lipoipertrofia e blocco della pompa.

Questo studio prospettico di 1 anno su un’ampia coorte di bambini e adolescenti italiani con diabete di tipo 1 che utilizzavano la terapia con pompa per insulina ha mostrato un basso tasso di insuccesso totale, evidenziando l’importanza dell’istruzione continua per ridurre i fallimenti. La lipoipertrofia era l’unico problema associato ad un peggioramento del controllo metabolico.

Pubblicato sulla rivista scientifica Diabetes Obesity and Metabolism del 12 giugno 2018.

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.