Tecno

Sviluppati dispositivi automatici robotizzati per test del sangue più rapidi

IMMAGINE

Questo dispositivo completamente automatizzato include un robot guidato dall’immagine per prelevare il sangue dalle vene, un modulo per la gestione dei campioni e un analizzatore di sangue a centrifuga. Vedere di più. Credito: max balter

I ricercatori del Rutgers hanno creato un dispositivo di prelievo del sangue automatizzato che fornisce risultati rapidi, e che ha tutte le potenzialità per migliorare il flusso di lavoro negli ospedali e in altre istituzioni sanitarie così da consentire agli operatori sanitari di dedicare più tempo al trattamento dei pazienti.

Uno studio che descrive il dispositivo completamente automatico è pubblicato online sulla rivista TECHNOLOGY.

“Questo dispositivo rappresenta il Santo Graal nella tecnologia delle analisi del sangue”, ha detto Martin L. Yarmush, autore senior dello studio e Paul & Mary Monroe Professori presso il Dipartimento di ingegneria biomedica della Rutgers University-New Brunswick. “Integrando sistemi miniaturizzati robotici e microfluidici (lab-on-a-chip), questa tecnologia combina l’ampiezza e l’accuratezza del disegno tradizionale del sangue e dei test di laboratorio con la velocità e la praticità dei test point-of-care.”

Il test diagnostico del sangue è la procedura clinica più comunemente eseguita nel mondo e influenza la maggior parte delle decisioni mediche prese negli ospedali e nei laboratori. Ma il tasso di successo del prelievo manuale di campioni di sangue dipende dall’abilità e dalla fisiologia del paziente e quasi tutti i risultati dei test provengono da laboratori centralizzati che gestiscono un numero elevato di campioni e utilizzano tecniche analitiche ad alta intensità di manodopera.

Quindi, un team di ricerca di ingegneria biomedica di Rutgers ha creato un dispositivo che include un robot guidato da immagini per prelevare il sangue dalle vene, un modulo per la gestione dei campioni e un analizzatore di sangue a centrifuga. Il loro dispositivo fornisce risultati estremamente precisi da un test dei globuli bianchi, utilizzando un fluido simile al sangue arricchito con microsfere fluorescenti. I test hanno utilizzato bracci artificiali con tubi di plastica che fungevano da vasi sanguigni. Il dispositivo potrebbe fornire risultati di test rapidi dai posti letto o nelle ambulanze, pronto soccorso, ambulatori e studi medici.

“Durante la progettazione del sistema, ci siamo concentrati sulla creazione di un dispositivo modulare ed espandibile”, ha affermato Max Balter, che ha diretto lo studio e ha conseguito un dottorato in ingegneria biomedica presso la Rutgers. “Con la nostra relativamente semplice progettazione di chip e tecniche di analisi, il dispositivo può essere esteso per incorporare un panel di test più ampio in futuro.”

Annunci

Categorie:Tecno

Con tag:,