varie

Controllo sanitario: dovresti pesarti regolarmente?

Per alcuni, saltare sulle scale è un rituale giornaliero o settimanale; mentre altri non vedono le  anni. Alcuni possono ancora essere segnati dai ricordi: l’essere pesati in pubblico con risultati trasmessi a tutti.

Per gli adulti che portano il peso in eccesso e che stanno cercando di gestirlo, la risposta è sì: pesarsi regolarmente può aiutarti a perdere più peso inizialmente, e tenerlo a bada.

Ma per gli adolescenti o coloro che hanno sperimentato un’alimentazione disordinata, è meglio tenere le scale fuori dalla vista.

Cosa dice la ricerca?

La maggior parte degli studi ha studiato l’impatto dell’auto-pesatura insieme ad altre strategie di perdita del peso, come una dieta a basso chilojoule.

Questi studi dimostrano che l’autopesatura è una tecnica poco costosa che può aiutare con la perdita e il mantenimento del peso, in particolare per gli uomini, che spesso rispondono bene alle “pesate” strutturate.

Solo uno studio ha studiato l’uso dell’auto-pesatura come unica strategia di perdita di peso. Questo studio di ricerca statunitense ha invitato 162 adulti che volevano perdere peso in un singolo percorso educativo di perdita di peso .

Metà delle persone è stata istruita a pesarsi ogni giorno e ha ricevuto un riscontro visivo sul loro cambio di peso nell’arco di due anni. All’altra metà non è stato chiesto di pesarsi quotidianamente, fino al secondo anno.

Durante il primo anno, gli uomini nel gruppo autoportante quotidiano hanno perso più peso rispetto al gruppo di controllo, ma le donne no. Il numero medio di volte in cui le persone si sono pesate in una settimana era quattro.

Nel secondo anno , gli uomini nel gruppo autoportante quotidiano hanno mantenuto la loro perdita di peso. Quelli del gruppo di controllo, che avevano iniziato a pesare ogni giorno, perdevano peso, mentre le donne sono rimaste le stesse.

Può anche essere d’aiuto effettuare il peso regolare con un professionista della salute. Una revisione di oltre 11.000 persone in sovrappeso che  hanno partecipato a un programma di gestione del peso nelle cliniche GP in Israele ha riscontrato che coloro i quali hanno avuto pesate regolari con l’infermiere o il dietista avevano più probabilità di perdere il 5% del loro peso corporeo. Questa quantità di perdita di peso è associata a una notevole riduzione del rischio di sviluppare il diabete di tipo 2.

Quanto spesso dovresti pesarti?

Una revisione di 24 studi clinici randomizzati controllati ha rilevato che non vi era alcuna differenza nella perdita di peso tra coloro che si sono misurati giornalmente rispetto a quelli settimanali.

Indipendentemente dalle altre caratteristiche del programma di perdita di peso, la chiave per ottenere risultati migliori sembra essere una normale autorilevazione, il che significa almeno una volta alla settimana.

Rendersi “responsabili” delle pesate sia con un giorno fisso o unirsi a un programma di perdita di peso può aiutarti a perdere più peso .

Un altro punto importante è che non pesarsi regolarmente quando si fa una dieta dimagrante è un fattore di rischio per l’aumento di peso.

Quando è dannoso autopesarsi ?

La pesatura regolare non è raccomandata per gli adolescenti. La ricerca suggerisce che non aiuta con la gestione del peso e può avere un impatto negativo sulla salute mentale dei giovani, specialmente per le ragazze.

Uno studio di dieci anni sulla relazione tra autosufficienza, stato di peso e risultati psicologici di quasi 2.000 adolescenti negli Stati Uniti ha rilevato che l’autopesata non ha avuto un impatto positivo sul peso o sul BMI.

Tuttavia, è stato associato a problemi di peso, scarsa autostima e cercando di perdere peso attraverso metodi malsani come il digiuno eccessivo.

Nel corso dei dieci anni, la pesatura più frequente è stata associata a una diminuzione della soddisfazione del corpo e dell’autostima e ad un aumento delle preoccupazioni per il peso e della depressione nelle giovani donne.

Per i giovani uomini, ad eccezione dei problemi di peso, non vi erano relazioni significative tra autosufficienza e altre variabili.

Una maggiore frequenza nella pesatura durante gli anni delle scuole superiori potrebbe segnalare la necessità di indagare sul benessere generale e sulla salute psicologica di un adolescente.

L’autovalutazione può anche influire sull’autostima e sul benessere psicologico degli adulti, in particolare delle donne. Ciò è di particolare interesse per coloro che hanno disturbi alimentari, poiché la frequenza di pesata può essere associata a una maggiore gravità dei disturbi alimentari .

Per alcune persone, l’autosvalutazione potrebbe essere la chiave per perdere o mantenere il peso fuori controllo, mentre per gli altri potrebbe causare danni. Considera il tuo stadio di vita, le condizioni di salute preesistenti e il tuo benessere mentale al momento di decidere se valga la pena di pesarsi regolarmente.

Categorie:varie

Con tag:,