Batticuore

I multivitaminici non promuovono la salute cardiovascolare

multivitamin

Assumere integratori multivitaminici e minerali non previene infarti, ictus o morte cardiovascolare, secondo una nuova analisi di 18 studi pubblicati su Circulation: Cardiovascular Quality and Outcomes , una rivista dell’American Heart Association.

“Abbiamo valutato meticolosamente il corpo delle prove scientifiche”, ha detto l’autore principale dello studio Joonseok Kim, MD, assistente professore di cardiologia presso il Dipartimento di Medicina dell’Università di Alabama a Birmingham. “Non abbiamo trovato alcun beneficio clinico dall’uso di integratori multivitaminici e di minerali per prevenire attacchi di cuore, ictus o morte cardiovascolare “.

Il team di ricerca ha eseguito una “meta-analisi”, raccogliendo i risultati di 18 studi pubblicati individualmente, inclusi quelli randomizzati controllati e studi prospettici di coorte, per un totale di oltre 2 milioni di partecipanti e una media di 12 anni di follow-up. Non hanno trovato alcuna associazione tra assunzione di integratori multivitaminici e minerali e un minor rischio di morte per malattie cardiovascolari.

“È stato eccezionalmente difficile convincere le persone, compresi i ricercatori nutrizionisti, a riconoscere che i supplementi multivitaminici e minerali non prevengono le malattie cardiovascolari”, ha affermato Kim. “Spero che i risultati dello studio contribuiscano a ridurre l’hype sugli integratori multivitaminici e minerali e incoraggiare le persone a usare metodi comprovati per ridurre il rischio di malattie cardiovascolari, come mangiare più frutta e verdura, muoversi e fare attività fisica ed evitare il tabacco”.

Secondo la Food and Drug Administration degli Stati Uniti, a differenza delle droghe, non ci sono disposizioni nella legge che l’agenzia possa approvare i supplementi dietetici per sicurezza o efficacia prima che raggiungano il consumatore, né l’etichetta del prodotto può fare affermazioni sulla salute per diagnosticare, curare, mitigare, trattare o prevenire una malattia. Circa il 30 percento degli americani utilizza integratori multivitaminici e minerali, con l’ industria globale degli integratori alimentari che dovrebbe raggiungere 278 miliardi di dollari entro il 2024.

Polemiche sull’efficacia di integratori multivitaminici e minerali per prevenire le malattie cardiovascolari è in corso da anni, nonostante numerosi studi di ricerca ben condotti che suggeriscono come questi non aiutano. Gli autori hanno cercato di combinare i risultati di studi scientifici precedentemente pubblicati per aiutare a chiarire l’argomento.

“Sebbene gli integratori multivitaminici e minerali assunti con moderazione raramente causino danni diretti, sollecitiamo le persone a proteggere la salute del loro cuore comprendendo il rischio individuale di cardiopatia e infarto e lavorando con un operatore sanitario per creare un piano che utilizza misure comprovate per ridurre il rischio. Questi includono una dieta sana per il cuore, esercizio fisico, smettere di fumare, controllare la pressione sanguigna e livelli di colesterolo malsani, e quando necessario, cure mediche “, ha detto Kim.

L’American Heart Association non raccomanda l’uso di integratori multivitaminici o minerali per prevenire le malattie cardiovascolari.

“Nutriti con una dieta salutare per un cuore sano e una vita lunga e salubre”, ha dichiarato Eduardo Sanchez, MD, Chief Medical Officer della American Heart Association per la prevenzione e capo dei Centri dell’Associazione per le metriche e la valutazione della salute, che non faceva parte di questo studio. “Non c’è solo un sostituto di una dieta equilibrata e nutriente con più frutta e verdura che limita le calorie in eccesso, grassi saturi, grassi trans, sodio, zucchero e colesterolo dietetico.”