Vista e dintorni

I primi segnali predittori di retinopatia diabetica nel diabete di tipo 1: lo studio Retinopathy Champagne Ardenne Diabète (ReCAD).

Un ampio studio per determinare la relazione tra i marcatori precoci di controllo del diabete e la retinopatia diabetica (DR) nel diabete di tipo 1 è stato condotto da una task force di ricercatori del Service de Endocrinologie, Diabète et Nutrition – Service de Pediatrie et Service d’Ophtalmologie, CHU, Université de Reims Champagne-Ardenne, France.

Uno studio storico di coorte è stato condotto su 712 pazienti dal database CAReDIAB. L’HbA 1c e i normali parametri metabolici sono stati misurati un anno dopo la diagnosi di diabete. I primi casi di ipoglicemia grave e chetoacidosi durante il follow-up sono stati selezionati come marcatori tempo-dipendenti del controllo del diabete. I dati sono stati analizzati in un modello di Cox utilizzando il software SPSS per prevedere la DR con livello di significatività al valore p <0,05.

Nella regressione multivariata, con qualsiasi retinopatia diabetica è stata predetta da HbA1c (HR = 1,38; CI = 1,25-1,52; p <0,0001), grave ipoglicemia (HR = 3; CI = 1,99-4,52; p <0,0001), chetoacidosi (HR = 1,96; CI = 1,17-3,22; p = 0,009) e età alla diagnosi (HR = 1,016 CI = 1.002-1,031; p = 0,02). Proliferativa DR è stata prevista da HbA1c (HR = 1.67; CI = 1.51-1.79; p <0.0001), grave ipoglicemia (HR = 3.67; CI = 2.74-5.25; p <0.0001) e chetoacidosi (HR = 2.37; CI = 1.56-3.18; p <0.0001).

Questo studio dimostra che l’incapacità di raggiungere il controllo del diabete dopo il primo anno di diagnosi, nonché i primi episodi di complicanze del diabete acuto possono contribuire all’insorgere della retinopatia diabetica nei pazienti con diabete di tipo 1.

La ricerca è stata pubblicata sulla rivista scientifica Journal of Diabetes and its Complications del 19 maggio 2018.

Annunci

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.