Dai media e web

In che modo i gruppi di supporto possono migliorare la vostra salute e rendere più facile la vita con le condizioni croniche?

I gruppi di sostegno tra pari non costano molto e migliaia di australiani li trovano utili.

Le persone vogliono prendersi cura della propria salute e, con le nuove tecnologie, ci sono più strumenti che mai per aiutare nella gestione. Ma i maggiori guadagni potrebbero derivare da un piccolo aiuto da parte dei tuoi amici.

Per le persone che vivono con patologie croniche come l’artrite, il diabete e il cancro, il sistema sanitario può sembrare impersonale e poco pratico.

Un grande fattore di inibizione per i pazienti che si sentono coinvolti nella propria assistenza sanitaria è il modello medico obsoleto che vede il paziente come un destinatario passivo di trattamento e consulenza. La natura clinica delle cure mediche non tiene sufficientemente conto di come le persone vivono le loro vite o come vorrebbero. Il focus è sulla gestione delle malattie, non sulla promozione del benessere.

Il sostegno da parte dei pari – persone che già vivono con condizioni di salute analoghe alle proprie – potrebbe aiutare a colmare le lacune. Invece di aiutare a combattere la malattia, i gruppi di sostegno tra pari possono contribuire a migliorare la qualità della vita.

La promozione del sostegno basato sui pari da e per le persone che vivono in condizioni di cronicità ha il potenziale per migliorare i risultati, aumentare l’accesso e ottimizzare l’efficienza dell’assistenza sanitaria.

Cosa fanno i gruppi di sostegno tra pari?

Internet offre un accesso illimitato alle informazioni sanitarie per le persone che cercano un maggiore coinvolgimento nella gestione delle proprie condizioni. Ma trovare fonti affidabili e rilevanti può essere difficile senza guida e supporto.

I gruppi di sostegno tra pari offrono assistenza e istruzione; guidati e gestiti da persone che vivono in condizioni di salute analoghe, per persone come loro. 

Ad esempio, il gruppo di sostegno per l’artrite di giovani donne fornisce collegamenti a ricerche, incoraggiamenti e “stile di vita” sia online che con riunioni regolari.

La stessa cosa per il diabete lo fa il gruppo che trae origine dal sito Portale Diabete in Italia.

La loro pagina Facebook include regolarmente commenti alla ricerca di informazioni e idee per vivere con una gamma di condizioni muscolo-scheletriche, con argomenti come lavoro, relazioni, gravidanza, esercizio fisico e domande tecniche sulla ricerca. Parlano tra loro e si collegano anche a esperti in grado di fornire consulenza clinica, legale e pratica.

I gruppi di sostegno tra pari possono offrire consigli pratici e concreti che il sistema sanitario non presenterà. Ad esempio, preparare una tazza di tè al mattino per prenderla in modo che le mani possano scaldarsi e perdere parte della rigidità notturna con l’artrite, o come avere una conversazione con il tuo capo riguardo a una condizione di cui potrebbero non aver mai sentito parlare, come la fibromialgia.

Migliore gestione della malattia

Sappiamo che la ricchezza influisce sulla salute – la prevalenza della malattia cronica è maggiore nelle popolazioni socioeconomiche inferiori. Sappiamo anche che l’assistenza sanitaria è fortemente influenzata dalla cultura, dall’ambiente e dalla popolazione.

Le interazioni sociali hanno una relazione vitale con gli esiti della salute, ma la cultura medica spesso trascura l’importanza delle relazioni sociali nella salute e nel benessere della gestione delle malattie .

Il modello medico è particolarmente povero nel realizzare cambiamenti comportamentali come dieta ed esercizio fisico. Ma ci sono prove che suggeriscono che le persone le quali frequentano gruppi di sostegno tra pari “affiliati alla malattia” gestiscono meglio le loro condizioni croniche e hanno migliori risultati di salute rispetto a quelli che si affidano esclusivamente a interventi medici.

Ad esempio, uno studio del 2013 ha mostrato un miglioramento della gestione della glicemia durante la partecipazione al gruppo di sostegno tra i diabetici.

Una recente revisione ha anche rilevato come le persone che frequentano gruppi di sostegno alla pari affiliati alla malattia gestiscono meglio le loro condizioni croniche, con una ricerca la quale mostra:

Migliorare il sostegno dei pari

Mentre tutti i governi statali e territoriali australiani contribuiscono finanziariamente in qualche modo ai servizi di sostegno tra pari, c’è poca coerenza tra gli approcci delle giurisdizioni, gli esempi sono variegati: vedi gli USA e Canada e tutta l’Europa area NATO.

Alcuni dipartimenti della salute pubblica riconoscono esplicitamente i servizi di sostegno tra pari come una componente essenziale delle strategie di sanità pubblica e hanno scritto piani politici su come incorporare e costruire una forza lavoro tra pari per aiutare a organizzare e guidare gruppi, mentre altri non dispongono di un’infrastruttura coerente di sostegno tra pari. Il risultato è un approccio ad hoc con rinvii irregolari, poco controllo di qualità e nessuna valutazione sistemica.

Man mano che la malattia cronica diventa più diffusa, il governo e le comunità dovrebbero prendere in considerazione una struttura migliore per costruire servizi di supporto tra pari per massimizzare i risultati sanitari. Il sostegno tra pari ha la capacità di fornire assistenza e istruzione sfumate a coloro che vivono in condizioni di salute cronica in modo compassionevole e non giudicante.

In Australia il governo può assistere un gruppo di sostegno tra pari per le persone affette da artrite per un minimo di $ 5000 all’anno, per consentire cose come il noleggio di locali, il catering e le spese amministrative. Poiché il costo medio di una sostituzione del ginocchio è compreso tra $ 18 e $ 30.000 , è probabile che anche piccoli cambiamenti nel modo in cui le persone gestiscono le loro malattie forniranno un ritorno sull’investimento.