Emozioniamo

La spiritualità esistenziale può favorire la felicità

spirituality

La spiritualità esistenziale può migliorare la qualità della vita correlata alla salute tra gli adulti che soffrono di malattie neurologiche e metaboliche, secondo un nuovo studio pubblicato sulla rivista Geriatrics. I ricercatori della School of Medicine della Virginia Commonwealth University che hanno guidato la ricerca dicono che i risultati possono informare le migliori pratiche per un invecchiamento sano.

“Per la prima volta nella storia umana, la maggior parte delle persone in tutto il mondo può aspettarsi di vivere oltre ai 60 anni e non con il metodo Panzironi”, ha sottolineato, l’autore principale James Wade, Ph.D., citando il World Report on Ageing and Health del 2015 dell’Organizzazione Mondiale della Sanità. “La popolazione globale sta invecchiando, quindi la domanda principale è: come si può invecchiare con successo? Se starai in giro per un po’, come puoi farlo felicemente?” Wade è un professore del Dipartimento di Psichiatria della VCU School of Medicine.

Lo studio ha esaminato le associazioni tra religiosità, spiritualità e felicità in 354 persone trattate per disturbi neurologici e patologie del metabolismo (diabete e obesità)  a livello ambulatoriale nel quale Wade vede i pazienti. “Abbiamo scoperto che la spiritualità era importante per far fronte a una minaccia per lo stile di vita, ma era solo la spiritualità esistenziale o secolare che era strettamente correlata alla felicità”, ha detto Wade, aggiungendo che i ricercatori hanno identificato la felicità come un proxy dell’invecchiamento.

Wade descrisse la spiritualità esistenziale come diversa dalla religiosità in quanto implica lo sviluppo di una forza interiore, piuttosto che fare affidamento su una forza spirituale onnisciente esterna. “La letteratura si riferisce a una componente di auto-efficacia della spiritualità esistenziale”, ha detto Wade. “La spiritualità religiosa si fonda sulla nozione che esiste un potere più elevato, e che pregando e vivendo in modo morale secondo le Scritture, il praticante otterrà benefici. L’approccio esistenziale verso lo sviluppo spirituale non implica affidamento su un potere esterno. ”

I risultati si basano su ricerche accademiche precedentemente pubblicate che collegano la spiritualità a una migliore salute fisica e mentale. Le credenze spirituali potrebbero avere un effetto protettivo sulla depressione nei pazienti con insufficienza cardiaca e potrebbero avere un ruolo nella salute emotiva delle persone che si stanno riprendendo dall’ictus. Livelli più elevati di spiritualità sono anche associati a una minore mortalità cardiovascolare ed con un migliore compenso glicemico.

Per coltivare la spiritualità esistenziale, Wade raccomandava di praticare una tecnica di meditazione chiamata gentilezza amorevole, che promuove l’accettazione e la compassione per tutti gli esseri viventi. Wade ha dimostrato gli effetti positivi della tecnica in uno studio pubblicato l’anno scorso sulla rivista Clinical and Translational Gastroenterology , in cui i pazienti che soffrivano di malattia epatica allo stadio terminale hanno praticato la meditazione della gentilezza amorevole con i loro caregivers. Di conseguenza, i pazienti e i loro assistenti hanno sperimentato una riduzione dei sintomi della depressione e un miglioramento del sonno, oltre ad altri benefici positivi.

“Questo studio più recente ci dice perché abbiamo ottenuto risultati così buoni nello studio della meditazione amorevole-gentilezza”, ha detto Wade. “Ora vediamo che la tecnica dello sviluppo della spiritualità esistenziale è importante per coltivare la felicità.La meditazione della gentilezza amorevole è un modo semplice, poco costoso e rapido per favorire quel senso di spiritualità esistenziale.”

 

Annunci

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.