Dai media e web

L’OMS richiedi nuovi sforzi per combattere le cronicità

La Commissione indipendente ad alto livello dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha proposto sei raccomandazioni per affrontare la crescente epidemia di malattie non trasmissibili (NCD), secondo un rapporto pubblicato online il 1 giugno su The Lancet.Secondo la Commissione, le nazioni non sono sulla buona strada per raggiungere l’obiettivo di sviluppo sostenibile per le malattie non trasmissibili: ridurre di un terzo le morti (malattie cardiovascolari, tumori, malattie respiratorie e diabete) entro il 2030, ridurre la mortalità prematura da NCD, e promuovere la salute mentale . Per questo motivo, la Commissione esorta i governi e i capi di stato a intraprendere azioni audaci per raggiungere l’obiettivo.
Il rapporto include sei raccomandazioni: (1) maggiore leadership politica e responsabilità da parte dei capi di stato e dei governi; (2) definizione delle priorità e aumento progressivo di una serie specifica di linee prioritarie nell’ambito della NCD e dell’agenda per la salute mentale; (3) identificazione di sinergie all’interno di piattaforme di assistenza cronica esistenti; (4) aumento della regolamentazione governativa e collaborazione con il settore privato e la società civile; (5) crescita del finanziamento dei programmi relativi alle malattie non trasmissibili; e (6) maggiore responsabilità per garantire che gli impegni presi dai governi e dal settore privato siano eseguiti.
“La sfida non è solo quella di ottenere un sostegno politico, ma anche di garantire l’implementazione, sia attraverso la legislazione, le norme e l’impostazione degli standard, sia con gli investimenti”, scrivono gli autori. “Non ci sono scuse per l’inazione, poiché abbiamo soluzioni basate su prove”.

Annunci

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.