Annunci

Mangiare

Pag 1 of 11512345...102030...Ultima »

Linguine con le fave

DIABETEASY per partecipare clicca qui

Linguine con le fave
Print
Tipo ricetta: Minestre e Zuppe
Tipo cucina: Italiana
Autore:
Tempo preparazione:
Tempo cottura:
Tempo totale:
Porzione: 4
Un primo piatto molto diffuso nel Meridione italiano, dove si utilizzano comunemente formati di pasta corta. Gustose le varianti con cubetti di pancetta aggiunti a metà della cottura delle fave (perchè non si asciughino troppo) e col trito di prezzemolo al momento di servire.
Ingredienti
  • pasta tipo linguine (300 g)
  • fave (300 g)
  • cipollotti freschi (n. 3)
  • olio di oliva (2 cucchiai)
  • parmigiano grattugiato (2 cucchiai)
  • sale (2 pizzichi)
  • pepe (1 pizzico)
Preparazione
  1. - Scegliere fave primaverili di prima raccolta piccole e tenerissime (peso lordo circa 2 kg)
  2. - Sgusciare le fave e conservarle in una ciotola
  3. - Lavare e affettare finemente i cipollotti, togliendo le radici e la parte verde)
  4. - Scaldare l´olio in un tegame e farvi imbiondire i cipollotti
  5. - Unire le fave al soffritto e farle insaporire per qualche minuto
  6. - Aggiungere un bicchiere scarso d´acqua calda e salare
  7. - Fare cuocere fino a che il sugo si sarà addensato e le fave saranno diventate tenere
  8. - Cuocere la pasta e scolarla al dente
  9. - Metterla nel tegame con le fave e farla saltare per un minuto
  10. - Spolverare con il parmigiano e una grattatina di pepe e servire
Dose per persone: 100 grammi Calorie: 370 Grassi: 9 Carboidrati: 64 Proteine: 11

Annunci

Come la fibra alimentare aiuta l’intestino a mantenersi in salute

I ricercatori della UC Davis Health hanno scoperto come i sottoprodotti della digestione della fibra alimentare da parte dei microbi intestinali fungono da combustibile giusto per aiutare le cellule intestinali a mantenere in salute l’intestino.

La ricerca, pubblicata l’11 agosto nella rivista Science , è importante perché identifica un potenziale obiettivo terapeutico per riequilibrare il microbiota intestinale e aggiunge un crescente consenso sulla complessa interazione tra microbiota intestinale e fibra alimentare .
L’articolo descrive i microbi intestinali come “partner” nella difesa del corpo contro potenziali agenti infettivi, quali la Salmonella.
“La nostra ricerca suggerisce che uno dei migliori approcci per mantenere la salute dell’intestino potrebbe essere quello di nutrire i microbi benefici intestinale con la nostra fibra alimentare, la loro fonte preferita di sostentamento”, ha dichiarato Andreas Bäumler, professore di microbiologia medica e immunologia a UC Davis Health e autore dello studio.

“Mentre è noto che l’intestino è il sito di guerre continue tra i microbi, la nostra ricerca suggerisce che i segnali generati da microrenti favorevoli guidano il tratto intestinale per limitare le risorse che potrebbero portare ad un’espansione di microbi potenzialmente dannosi”, ha detto.
I microbi intestinali residenti metabolizzano la fibra alimentare indigestiva per produrre acidi grassi a catena corta, che li segnano alle cellule le quali allineano l’intestino per massimizzare il consumo di ossigeno, limitando così la quantità diffusa nel lume intestinale (lo spazio aperto all’interno dell’intestino che entra in contatto diretto congli  alimenti digeriti.)
“È interessante notare che i batteri utili per la penetrazione della fibra non sono sopravvissuti in un ambiente ricco di ossigeno, il che significa che i nostri microbioti e le cellule intestinali lavorano insieme per promuovere un ciclo virtuoso il quale mantiene la salute dell’intestino”. afferma Mariana X. Byndloss, assistente scientifico del progetto e primo autore sullo studio.
La nuova ricerca ha identificato il recettore del ricevitore proliferatore perossisomi gamma (PPARg) come regolatore responsabile del mantenimento di questo ciclo di protezione.
“Quando tale percorso di segnalazione ospite segnalerà i malfunzionamenti, portando ad aumentare i livelli di ossigeno nel lume intestinale”, ha detto Bäumler. “Questi livelli di ossigeno più elevati ci rendono maggiormente suscettibili agli agenti patogeni enterosi aerobici come Salmonella o Escherichia coli, che usano l’ossigeno per eliminare i microbi benefici concorrenti “.



Zucchine alla scapece

Zucchine alla scapece
Print
Tipo ricetta: Verdure
Tipo cucina: Italiana
Autore:
Tempo preparazione:
Tempo cottura:
Tempo totale:
Porzione: 4
Le zucchine alla scapece sono un contorno della tradizione culinaria napoletana, molto amato anche dai bambini. Seguite la nostra ricetta e offrite queste deliziose zucchine ai vostri ospiti, in accompagnamento a saporiti piatti a base di carne. La zucca proviene dall´America centrale. La zucca è pianta nota fino da tempi antichi, coltivata sia per il consumo del frutto maturo che per la raccolta di frutti immaturi, cioè zucchini. La zucca ha rappresentato, nei secoli passati una riserva alimentare nelle zone più povere. Nelle minestre, la sua funzione è quella di legante e di dare sapore. In questo ultimo secolo, tuttavia le si sono progressivamente preferite le zucchine, di gusto meno dolce e più neutro e di impiego più versatile. La preparazione "alla scapece" è una marinatura in aceto dopo frittura. Con questo sistema vengono conservate: melanzane, zucchine, fagiolini, carote, sedano, cavolfiore, pomodori verdi, carciofini, ecc. Piatto appetitoso che si può tenere in frigo e servire con antipasti e carni fredde, tipo roast-beef all´inglese.
Ingredienti
  • •6 zucchine
  • •1 spicchio d'aglio
  • •1 peperoncino
  • •4 foglie di menta
  • •4 cucchiaini di aceto
  • •Olio di semi di girasole q.b.
  • •3 cucchiai di olio extravergine d'oliva
  • •Sale q.b.
Preparazione
  1. Lavate le zucchine sotto l’acqua corrente, eliminate le estremità e tagliatele a listarelle.
  2. Fate scaldare abbondante olio di semi in una padella capiente e mettete a friggere le zucchine, sino a quando diventano dorate su entrambi i lati.
  3. Scolatele e mettetele su un piatto rivestito con carta assorbente, dopodiché salatele e trasferitele su un piatto da portata.
  4. Tritate finemente l’aglio, il peperoncino e la menta e cospargeteli sopra le zucchine.
  5. Regolate di sale e condite con quattro cucchiaini di aceto e tre cucchiai di olio extravergine di oliva.
  6. Fate riposare le zucchine per almeno 2 ore prima di servirle, in modo che assorbano bene gli aromi della marinatura.
  7. Scolate le zucchine dopo la frittura e mettetele su un piatto rivestito con carta assorbente, così che disperdano l’olio in eccesso.
  8. Qualora non gradiste il sapore della menta, potete sostituirla con il rosmarino o la salvia.
Dose per persone: 100 grammi Calorie: 245 Grassi: 25 Carboidrati: 2 Proteine: 2

Insalata di cetrioli e yogurt

Insalata di cetrioli e yogurt
Print
Tipo ricetta: Antipasti
Tipo cucina: Indiana
Autore:
Tempo preparazione:
Tempo totale:
Porzione: 4
Un'insalata dal gusto tipicamente orientale. Un antipasto originale per arricchire in modo curioso, fresco e saporito i vostri pranzi estivi.
Ingredienti
  • •3 cetrioli
  • •300 gr. di yogurt magro o greco
  • •1 spicchio d'aglio
  • •4 foglie di menta
  • •Olio extravergine d'oliva q.b.
  • •Sale q.b.
  • •Pepe q.b.
Preparazione
  1. Lavate e sbucciate i cetrioli. Grattugiate o tagliate a cubetti (come preferite) i cetrioli, salateli e lasciateli riposare in uno scolapasta per almeno mezz'ora, in modo che facciano acqua. Scolateli, sciacquateli sotto l'acqua fredda e riponeteli in una terrina. Aggiungete lo yogurt, la menta, l'aglio tritato, l'olio, una spruzzata di pepe e amalgamate il tutto.
  2. Se avete tempo, dopo aver tagliato i cetrioli lasciateli riposare anche un'ora. L'insalata di cetrioli e yogurt si deve servire fredda, perciò lasciatela in frigorifero almeno 15 minuti prima di servirla.
  3. Se volete un'insalata più leggera, potrete utilizzare metà spicchio d'aglio o eliminarlo del tutto. Se non avete a disposizione la menta, potrete sostituirla con un po' di prezzemolo e un po' di basilico.
Dose per persone: 100 grammi Calorie: 43 Grassi: 3 Carboidrati: 3 Proteine: 3

Glutile.it, il portale del senza glutine si rinnova

È stato rinnovato Glutile.it, il portale di riferimento per i celiaci dedicato alla celiachia e al vivere senza glutine. Fondato nell’agosto del 2015 il portale si presenta oggi ai visitatori completamente rinnovato con una nuova veste grafica e nuovi contenuti, in modo da offrire un’esperienza di navigazione più fluida e veloce con qualsiasi dispositivo utilizzato dall’utente. Sono sempre di più negli ultimi anni quelli che scoprono di essere celiaci, cioè di essere intolleranti al glutine, e per questo sono in continuo aumento i prodotti ed i servizi dedicati a chi è affetto da celiachia, Nato inizialmente con l’idea di fornire informazioni corrette sulla celiachia e per offrire supporto alle persone celiache e intolleranti al glutine, oggi, con l’aggiunta di nuove funzioni e servizi, si propone anche come punto d’incontro tra domanda e offerta mettendo in connessione tutte le figure, professionali e non, che appartengono al mondo del senza glutine per creare nuove opportunità di business sfruttando le potenzialità di internet. Una fiera virtuale online 365 giorni l’anno, che raccoglie e connette il più grande numero di strutture ricettive, professionisti e aziende che operano nel senza glutine. Glutile.it è anche un magazine online, che informa i suoi lettori, li aiuta nella ricerca e nella scelta fornendo aggiornamenti sulla celiachia, su eventi e tutto quello che riguarda il senza glutine.



Pag 1 of 11512345...102030...Ultima »

Diabete

Il diabete tipo 1 sul groppone da un giorno o 54 anni? Non perdere la fiducia e guarda avanti perché la vita è molto di più, e noi siamo forti!
Non sono un medico. Non sono un educatore sanitario del diabete. Non ho la laurea in medicina. Nulla in questo sito si qualifica come consulenza medica. Questa è la mia vita, il diabete – se siete interessati a fare modifiche terapeutiche o altro al vostra patologia, si prega di consultare il medico curante di base e lo specialista in diabetologia. La e-mail, i dati personali non saranno condivisi senza il vostro consenso e il vostro indirizzo email non sarà venduto a qualsiasi azienda o ente. Sei al sicuro qui a IMD. Roberto Lambertini (fondatore del blog dal 3/11/2007).

Newsletter



Informazione

Avete un evento, manifestazione (sportiva e non), convegno sul diabete o legato ad esso? Se la risposta è sì fatemelo sapere attraverso l'invio dei dati e iinformazioni scrivendole nel form presente all'interno della pagina Scrivimi del blog. Le iniziative predette saranno publicizzate all'interno di questo spazio gratuitamente e immediatamente. Grazie per il vostro interesse Roberto Lambertini

Eventi

Sommario post

Categorie post

Commenti recenti

IMD è mobile

Il Mio Diabete social

Il mio diabete

Promuovi anche tu la tua Pagina

Instagram

Google+





Visualizza il profilo LinkedIn di Roberto Lambertini Visualizza il profilo di Roberto Lambertini

Blogosfera

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons

BlogItalia.it - La directory italiana dei blog


2016 Image Banner 120 x 600