Adam Frazier

Buoni i risultati per il pancreas artificiale in zona a controllo predittivo

Un modello di zona di controllo predittivo (MPC) basato sul sistema pancreas artificiale (AP) migliora il controllo glicemico impiegato in ambiente domestico, secondo uno studio pubblicato online il 5 giugno su Diabetes Care .

Gregory P. Forlenza, MD, presso l’University of Colorado Denver, e colleghi hanno condotto uno studio cross-over randomizzato ambulatoriale per esaminare la sicurezza e l’efficacia di un sistema di AP basato in zona MPC rispetto alla terapia con microinfusore con sensore in realtà aumentata (SAP). Diciannove adulti adulti hanno partecipato allo studio crossover che li ha coinvolti in due settimane di utilizzo di sistemi basati su AP smartphone e due settimane di terapia SAP.

I ricercatori hanno scoperto che l’AP è correlato con un miglior tempo in percentuale di conservazione della forbice di compenso glicemico da 70 a 140 mg / dl (48,1 contro 39,2 per cento) e il tempo da 70 a 180 mg / dL (71,6 contro 65,2 per cento) rispetto al SAP e con una diminuzione del tempo percento <70 mg / dL (1,3 contro 2,7 per cento); AP anche collegato con la diminuzione mediana del glucosio (141 contro 153 mg / dl) e la variabilità glicemica (deviazione standard, 52 contro 55 mg / dL) rispetto a SAP. Il miglioramento del controllo durante la notte è stato visto con AP, come da valutazione della media del glucosio alle 6 del mattino (140 rispetto a 158 mg / dL). I bracci AP e SAP hanno avuto simili fallimenti nei set di infusione di insulina e del sensore. I risultati glicemici migliori sono stati osservati con un tempo per cento più alto in anello chiuso.

“Questo progetto rappresenta il primo studio AP in uso domestico con il tentativo di provocare e rilevare il guasto dei componenti, pur mantenendo con successo l’efficacia e la sicurezza, il controllo del glucosio “, scrivono gli autori.

Diversi autori resi noti legami finanziari con l’industria farmaceutica e dei dispositivi medici, e brevetti propri tre autori legati agli algoritmi MPC sottostanti utilizzati nello studio.



Che impressione mi fai

Controllo pressione

La carica automatica del monitoraggio della pressione arteriosa oltre 30 minuti riduce l’effetto da camice bianco nei pazienti con ipertensione e di conseguenza la stima dei fabbisogni terapeutici.

Precedenti ricerche suggeriscono come un terzo dei pazienti che sono ipertesi in un ambiente clinico hanno l’ipertensione da camice bianco, un fenomeno in cui gli assistiti presentano un livello di pressione arteriosa al di sopra del range di normalità in ambulatorio, ma non in altri contesti, e la cosa spesso conduce a sovrastimare il dato pressorio. In una nuova ricerca fatta nei Paesi Bassi, i ricercatori a trovare il monitoraggio della pressione arteriosa automatizzato di oltre 30 minuti (OBP30) produce una drastica riduzione del numero di pazienti che soddisfano i criteri per l’inizio o l’intensificazione dei regimi di farmaci antipertensivi. Confrontando OBP30 con valori di pressione sanguigna di routine (OBP) per 201 pazienti consecutivi, in una clinica sanitaria per le cure primarie nei Paesi Bassi, i ricercatori hanno trovato che OBP30 nella media sistolica era di 22,8 mm / Hg inferiore alla OBP media sistolica, e il OBP30 media diastolica era in media 11,6 millimetri / Hg inferiore alla OBP media diastolica. Le differenze tra OBP e OBP30 erano più grandi per i pazienti di età superiore ai 70 anni. È importante sottolineare che, in base alla sola OBP, i medici hanno detto di aver iniziato o intensificato i regimi di farmaci per l’ipertensione nel 79 per cento dei casi studiati, ma con i risultati di OBP30 disponibili, questo numero era solo del 25 per cento. Gli autori concludono che, poiché OBP30 produce valori di pressione sanguigna considerevolmente inferiori rispetto OBP in tutti i gruppi di pazienti studiati, è una tecnica promettente per ridurre il sovratrattamento di ipertensione da camice bianco e cure primarie.

In un editoriale di accompagnamento, Lee Green MD, MPH, afferma che la routine della pressione sanguigna ambulatoriale non dovrebbero più essere utilizzata per diagnosticare o modificare il trattamento dell’ipertensione, perché non coerente, ripetibile né il miglior perditore in uscita. Egli scrive che, mentre 24 ore di monitoraggio ambulatoriale della pressione arteriosa oggi rappresenta il gold standard, ma è costoso e ingombrante, la carica automatica di monitoraggio della pressione sanguigna oltre 5-10 minuti o OBP30 come valutati da Bos e colleghi rappresenta un metodo promettente per evitare eccesso di diagnosi e trattamento. Egli richiama la ricerca basata sulla pratica per valutare il modo migliore così da attuare questi e altri nuovi approcci nella pratica.



Diabete

Il diabete tipo 1 sul groppone da un giorno o 54 anni? Non perdere la fiducia e guarda avanti perché la vita è molto di più, e noi siamo forti!
Non sono un medico. Non sono un educatore sanitario del diabete. Non ho la laurea in medicina. Nulla in questo sito si qualifica come consulenza medica. Questa è la mia vita, il diabete – se siete interessati a fare modifiche terapeutiche o altro al vostra patologia, si prega di consultare il medico curante di base e lo specialista in diabetologia. La e-mail, i dati personali non saranno condivisi senza il vostro consenso e il vostro indirizzo email non sarà venduto a qualsiasi azienda o ente. Sei al sicuro qui a IMD. Roberto Lambertini (fondatore del blog dal 3/11/2007).

Newsletter



Informazione

Avete un evento, manifestazione (sportiva e non), convegno sul diabete o legato ad esso? Se la risposta è sì fatemelo sapere attraverso l'invio dei dati e iinformazioni scrivendole nel form presente all'interno della pagina Scrivimi del blog. Le iniziative predette saranno publicizzate all'interno di questo spazio gratuitamente e immediatamente. Grazie per il vostro interesse Roberto Lambertini

Eventi

Sommario post

Categorie post

Commenti recenti

IMD è mobile

Il Mio Diabete social

Il mio diabete

Promuovi anche tu la tua Pagina

Instagram

Blogosfera

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons

BlogItalia.it - La directory italiana dei blog


2016 Image Banner 120 x 600