Advertisements

Audrey Hepburn

Per un diabete in pompa magna

Essere nella fossa dei leoni è un’espressione o modo di dire della lingua italiana che indica il trovarsi in una situazione o condizione fortemente sfavorevole, delicata, disagiata e rischiosa in cui si è costretti a difendersi e lottare per sopravvivere o far valere i propri diritti di fronte a minacce o vessazioni altrui.

Il motto è una reminiscenza vuoi delle vicende bibliche di Daniele, condannato ad essere divorato dalle fiere ma salvatosi per miracolo, vuoi di un supplizio in uso nell’antica Roma per eseguire alcune condanne a morte facendo sbranare il condannato da animali feroci (damnatio ad bestias).

Per noi diabetici si adatta meglio una variazione sul tema: fossa sì, ma anziché dei leoni dei lemuri.

Poiché a ben guardare c’è da tenere gli occhi spalanchi, tenendo una mano di dietro e una davanti.

A bestia.

Il microinfuso è poco diffuso: una sottospecie di diabetico che, rispetto ai primati tradizionali, ricostituisce e mantiene il cordone ombelicale in età adulta, seppur in forma artificiale, grazie alla cannula che fa da cavo di connessione tra il dispositivo d’infusione dell’insulina e il catetere infilato sottopelle.

Anche se poco diffuso il microinfuso è importante non sia confuso e abbia in sé la conoscenza non solo delle dinamiche insite con la patologia, ma motivazione invereconda nell’aver cura di sé ed essere dotato di una discreta dimestichezza con la matematica: quest’ultima fa e farà la differenza dal momento dell’acquisizione del microinfusore come strumento di elezione per la gestione e trattamento della malattia.

Le difficoltà fanno parte della vita di un diabetico e noi impariamo, in proprio o per derivazione neuronale, a superarle: è solo questione di tempo e tempi. Lo dice e scrive uno come me tardivo nell’evoluzione e scaltrezza del comprendonio ma che alla fine ci è arrivato a comprendere le dinamiche intrinseche al presente patologico. E sottolineo presente poiché chi leggerà tra qualche anno queste riflessione stenterà non a riconoscersi ma più semplicemente a capirci qualcosa.

Per gli amanti dei giochi enigmistici (io non sono tra questi) sarebbe interessante costruire una mappa delle terapie esistenti per la cura del diabete (sia tipo 1 che tipo 2), credo ne salterebbe fuori un mosaico. E il microinfusore rappresenta una opzione e certamente non a portata di mano per tutti i diabetici, non per una questione di soldi ma per un mix di condizioni. Occorre volerlo ed essere motivati sul lungo periodo e saperlo usare.

E prima ancora di saperlo usare il microinfusore occorre sapersi gestire la malattia stessa: come? Ad esempio avendo cura di tenere i dati della glicemia, iniezioni d’insulina effettuate, conta dei carboidrati e saperli interpretare e controllare.

Avere padronanza di queste informazioni consente al diabetico microinfuso di avere il timone del dispositivo e con il monitoraggio continuo del glucosio il cerchio si chiude.

Per un diabete in pompa magna!



Advertisements

Insalata alla nizzarda

Insalata alla nizzarda
Print
Tipo ricetta: Verdure
Tipo cucina: Italiana
Autore:
Tempo preparazione:
Tempo cottura:
Tempo totale:
Porzione: 4
L'insalata alla nizzarda è un contorno leggero, gustoso e perfetto per ogni occasione. Ideale per accompagnare secondi piatti a base di carne o pesce, questa deliziosa insalata è davvero semplice da preparare in casa. Seguite la nostra ricetta e offrite ai vostri ospiti una buonissima insalata alla nizzarda!
Ingredienti
  • •100 gr. di olive nere denocciolate
  • •250 gr. di tonno sott'olio
  • •2 uova
  • •2 pomodori
  • •100 gr. di insalata
  • •2 cetrioli
  • •Olio extravergine di oliva q.b.
  • •Sale q.b.
Preparazione
  1. Riempite un pentolino d’acqua e mettete all’interno le uova. Accendete il fornello e calcolate 8 minuti da quando l’acqua inizia a bollire. Nel frattempo lavate la lattuga, i cetrioli e i pomodori sotto l'acqua corrente.
  2. Tagliate la lattuga a listarelle, i cetrioli a rondelle e i pomodori a dadini, dopo averli privati del picciolo. Quando le uova sono pronte passatele velocemente sotto il getto d’acqua corrente per farle raffreddare e eliminare il guscio. Tagliatele a fettine sottili con l’aiuto di un coltello affilato.
  3. Riunite la lattuga, i pomodori e i cetrioli in un recipiente ampio. Aggiungete anche le fettine di uovo. Fate sgocciolare il tonno dall’olio in eccesso e mettetelo vicino alle uova. Eliminate il liquido di conservazione delle olive e unite anch’esse agli altri ingredienti. Aggiungete due cucchiai di olio, il sale e servite la vostra insalata in tavola.
  4. Accorgimenti
  5. Non mescolate l'insalata prima di servirla in tavola, in quanto la combinazione di tutti gli ingredienti così disposti è molto piacevole per la vista. Servite l'insalata ai vostri ospiti nei piatti e lasciate che siano poi direttamente loro a mescolare e, eventualmente, aggiungere sale o olio a seconda dei propri gusti personali.
  6. Idee e varianti
  7. Se desiderate potete aggiungere anche dei cubetti di prosciutto cotto alla vostra insalata, per un gusto ancora più saporito e invitante.
Dose per persone: 100 Calorie: 281 Grassi: 17 Carboidrati: 12 Fibre: 4 Proteine: 27

Diabete

Il diabete tipo 1 sul groppone da un giorno o 54 anni? Non perdere la fiducia e guarda avanti perché la vita è molto di più, e noi siamo forti! Non sono un medico. Non sono un educatore sanitario del diabete. Non ho la laurea in medicina. Nulla in questo sito si qualifica come consulenza medica. Questa è la mia vita, il diabete - se siete interessati a fare modifiche terapeutiche o altro al vostra patologia, si prega di consultare il medico curante di base e lo specialista in diabetologia. La e-mail, i dati personali non saranno condivisi senza il vostro consenso e il vostro indirizzo email non sarà venduto a qualsiasi azienda o ente. Sei al sicuro qui a IMD. Roberto Lambertini (fondatore del blog dal 3/11/2007)

Newsletter

Informazione

Avete un evento, manifestazione (sportiva e non), convegno sul diabete o legato ad esso? Se la risposta è sì fatemelo sapere attraverso l'invio dei dati e iinformazioni scrivendole nel form presente all'interno della pagina Scrivimi del blog. Le iniziative predette saranno publicizzate all'interno di questo spazio gratuitamente e immediatamente. Grazie per il vostro interesse Roberto Lambertini

Eventi

  • Nessun evento

Sommario post

Categorie post

IMD è mobile

Il Mio Diabete social

Il mio diabete

Promuovi anche tu la tua Pagina

Instagram

Google+





Visualizza il profilo LinkedIn di Roberto Lambertini Visualizza il profilo di Roberto Lambertini

Blogosfera

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons

BlogItalia.it - La directory italiana dei blog


2016 Image Banner 120 x 600