vita

Pag 1 of 2812345...1020...Ultima »

Le modifiche allo stile di vita riducono con successo l’incidenza del diabete tipo 2

Le modifiche allo stile di vita (LSM) e i farmaci possono ridurre l’incidenza del diabete negli adulti a rischio, anche se gli effetti dei farmaci sono di breve durata, secondo una revisione pubblicata online il 6 novembre in JAMA Internal Medicine.

DAMMI RETTA ADOTTA UNA PROVETTA: SOSTIENI LA RICERCA PER LA CURA DEL DIABETE TIPO 1
J. Sonya Haw, MD, della Emory University di Atlanta, e colleghi hanno stimato gli effetti aggregati a lungo termine di diverse strategie di prevenzione sull’incidenza del diabete in adulti a rischio. I dati sono stati inclusi in 43 studi con 49.029 partecipanti che hanno valutato lo LSM (19 studi), interventi terapeutico farmacologici (> sei mesi, 19 studi) e farmaci combinati e LSM (cinque studi) per la prevenzione del diabete negli adulti.
I ricercatori hanno scoperto che LSM era correlata con una riduzione del rischio relativo (RR) del 39% e farmaci con una riduzione RR del 36% alla fine dell’intervento attivo. Per gli studi sulla LSM e sui medicinali, la differenza di rischio osservata è stata di quattro casi per 100 anni di persona o di un numero necessario per il trattamento di 25.
Gli studi LSM hanno ottenuto una riduzione del rischio relativo del 28% e gli studi sui farmaci non hanno mostrato una riduzione continua di RR alla fine del periodo di follow-up.
“Negli adulti a rischio di diabete, LSM e farmaci (perdita di peso e agenti sensibilizzanti per l’insulina) hanno ridotto con successo l’incidenza del diabete”, scrivono gli autori. “Gli effetti farmacologici erano di breve durata”.
Un autore ha reso noti i legami finanziari con l’industria farmaceutica.



ADA: La chiave sta nella gestione dello stile di vita per curare i pazienti con diabete tipo 2

Negli standard per assistenza medica di quest’anno, l’American Diabetes Association sottolinea che la gestione dello stile di vita è la chiave per curare i pazienti con diabete, secondo un articolo pubblicato in Osteopathic Family Physician.

“La pietra angolare del trattamento dei pazienti con diabete è la gestione dello stile di vita. Nel vasto panorama dei consigli sulla dieta e l’esercizio fisico, è importante fornire raccomandazioni basati sulla gestione degli stili di vita ai nostri pazienti affetti da diabete ” , afferma Kim Pfotenhauer, docente di medicina presso il dipartimento di cure primarie della Touro University College of Osteopathic Medicine. “Quest’anno, gli standard di assistenza medica di ADA hanno presentato una sezione più robusta sulla gestione dello stile di vita. Queste informazioni sono state compilate per essere un facile riferimento per il medico osteopatico con le ultime raccomandazioni “.

Nel loro articolo, Pfotenhauer e colleghi hanno esaminato le più importanti raccomandazioni sullo stile di vita dell’ADA per aiutare i medici di famiglia a fornire ai loro pazienti la migliore cura per il diabete. Gli standard di cura ora raggruppano la gestione dello stile di vita in una nuova sezione che si concentra su:

  • attività fisica;
  • terapia nutrizionale;
  • consulenza per la cessazione del fumo;
  • assistenza psicosociale;
  • istruzione di autogestione del diabete;
  • supporto al self-management del diabete.

L’ADA raccomanda che i pazienti con diabete prendano parte a esercizi aerobici, di resistenza, flessibilità ed equilibrio. Gli esercizi aerobici possono migliorare la funzione cardiorespiratoria e la sensibilità all’insulina; la formazione di resistenza può aumentare la massa muscolare e la forza; gli esercizi di flessibilità contribuiranno ad aumentare la gamma di movimenti attorno alle articolazioni; e gli esercizi di equilibrio possono ridurre il rischio di cadute tra gli anziani con diabete.

I pazienti con diabete di tipo 2 dovrebbero ridurre il loro comportamento sedentario, il quale fa aumentare il rischio di mortalità e morbilità, hanno scritto i ricercatori. I pazienti più giovani con diabete di tipo 1 possono anche vedere benefici dall’attività fisica, inclusa la ridotta mortalità e la possibile stabilità del glucosio nel sangue. Per i giovani con diabete di tipo 2, ADA raccomanda un minimo di 1 ora al giorno di attività fisica moderata / alta 3 giorni alla settimana.

I ricercatori hanno scritto che le persone con diabete dovrebbero ricevere una terapia nutrizionale medica individualizzata, preferibilmente da un dietista registrato. Le diete dovrebbero avere modelli di alimentazione sani contenenti cibi nutrienti, come si vede nella dieta mediterranea, gli approcci dietetici per arrestare l’ipertensione (DASH) e le diete vegetali. È necessario sottolineare i carboidrati con più fibre e ridurre il carico glicemico, evitare le bevande zuccherate così da poter controllare e ridurre il rischio di patologie cardiovascolari (CVD) e fegato grasso.

Le ricerche precedenti hanno dimostrato che la cessazione del fumo è associata a un notevole beneficio (riduzione rischio da CVD) nei pazienti con diabete di tipo 2. Nelle loro raccomandazioni aggiornate, ADA consiglia ai medici di valutare il paziente per problemi di diabete e altre difficoltà psicosociali.”

Il diabete di tipo 2 colpisce tutti gli aspetti della vita di una persona. A volte questo può diventare opprimente, determinando una diminuzione dell’autogestione “, afferma Pfotenhauer. “Riconoscere questi tempi di sofferenza e curarli adeguatamente può portare un paziente al controllo e migliorare o prevenire le complicazioni”.

Gli standard nazionali raccomandano che i pazienti con diabete partecipino all’istruzione nell’autogestione del diabete per acquisire conoscenze su come prendersi cura sé per l’autogestione della patologia, per imparare a implementare queste strategie a lungo termine. L’istruzione all’autogestione del diabete può migliorare la conoscenza del diabete, i comportamenti di auto-cura, la qualità della vita, nel calare di peso, con costi per l’assistenza sanitaria minori e una migliorata A1C.

“Non c’è una strategia più importante di altre. Il trattamento di ogni aspetto dello stile di vita dei pazienti è importante per migliorare la gestione delle malattie “, ha detto Pfotenhauer. “Come medico di famiglia osteopatica, creando una relazione a lungo termine ci dà il vantaggio di condividere le strategie di gestione dello stile di vita in momenti in cui il paziente è pronto e in grado di ascoltare per migliorare i tempi della vita stessa”.



Salute, le misurazioni regolari della pressione salvano la vita

I benefici di una misurazione regolare della pressione sanguigna sono molti, ed aiutano a prevenire patologie fatali.

DIABETEASY per partecipare clicca qui

 

La vita di tutti i giorni è oggi ricca di insidie per la propria salute: stress, problemi legati ad uno stile di vita non sano e bilanciato, sedentarietà e problematiche come l’obesità, l’ipertensione e problemi legati alla salute del cuore, sono tutte condizioni che vanno costantemente monitorate in quanto sono strettamente correlate con la pressione sanguigna. Misurare e controllare la pressione sanguigna è importante in quanto, più alta è la pressione sanguigna, maggiore è il rischio di problemi di salute in futuro. Se la pressione sanguigna è alta, significa che questa sta esercitando un maggiore stress sulle vostre arterie e quindi sul vostro cuore. Questi fattori non vanno assolutamente sottovalutati in quanto, nel corso del tempo, questa condizione può inspessire le arterie e renderle meno flessibili, o persino potrebbe farle diventare più deboli. Se le arterie diventano più spesse e meno flessibili, diventano più strette, rendendo più probabile che si verifichino ostruzioni arteriose.

Se un’arteria diventa completamente ostruita, ciò può portare ad una serie di problematiche anche piuttosto gravi come ad esempio attacchi di cuore, ictus, malattie renali, trombosi o persino demenza. Più raramente, se un’arteria si è particolarmente indebolita, il ceppo supplementare può eventualmente portare anche alla rottura dell’arteria. Questi fattori possono causare anche un infarto o un ictus. Com’è possibile notare, dunque, le insidie davvero non mancano e sono davvero tanti i fattori che sono strettamente correlati con la salute del cuore o con il corretto e costante monitoraggio dei valori della propria pressione sanguigna. La buona notizia è che, monitorando la situazione con una misurazione regolare della pressione arteriosa, è possibile riuscire a salvare la situazione e a correre ai ripari in modo facile e tempestivo. La tempestività, infatti, in questi casi è assolutamente l’elemento chiave per una vita sana. Ci sono molti modi in cui è possibile abbassare la pressione sanguigna e mettere meno stress sulle arterie e sul cuore. Come fare dunque per poter monitorare la pressione sanguigna e cogliere tempestivamente i segnali e i livelli dei propri squilibri nei valori?

Oggi giorno monitorare la pressione sanguigna non è più una cosa complessa e di difficile consultazione. Oggi è tutto molto più facile, ricorrendo ad uno dei facili e completi servizi come la telemedicina o i servizi in farmacia, due strumenti  facili da reperire e che con pochi semplici passaggi possono riuscire ad aiutare i pazienti ad avere un tempestivo quadro della condizione della propria pressione sanguigna in modo semplice e veloce. Avendo tanti strumenti a propria disposizione per poter monitorare queste condizioni, la prevenzione viene dunque facilitata e resa consultabile per tutti i bacini d’utenza, anche quelli meno esperti di tecnologie e a tutti coloro i quali non sanno magari leggere i valori della propria pressione arteriosa. Un altro strumento assolutamente da considerare è il telemonitoraggio.

Di cosa si tratta? In realtà il telemonitoraggio è una pratica modalità di controllo e monitoraggio a distanza dei valori del paziente anche lontano dallo studio medico o dalle strutture ospedaliere, rendendo quindi l’osservazione completa, continua e ben studiata da un team di esperti specialisti in grado di leggere i valori e poter consigliare come fare in casi di squilibri e di condizioni particolari. Insomma, quando si parla di pressione arteriosa e della salute del proprio cuore, misurare regolarmente la pressione sanguigna è assolutamente necessario e fondamentale per poter prevenire problematiche anche gravi e per correre subito ai ripari con metodi studiati consigli e cure appositamente strutturate per ristabilire i valori ottimali e vivere una vita sana e al riparo da malattie anche gravi. Per maggiori informazioni sulla telemedicina e come misurare la pressione arteriosa nella farmacia locale è possibile visitare il sito internet http://www.e-htn.it.



Genesi

Salve a tutti sono Leonardo, un ragazzo di 18 anni, e oggi volevo parlarvi di un avvenimento che ultimamente mi è capitato: una settimana fa mi sono recato all’ospedale e mi hanno diagnosticato un diabete mellito di tipo 1. Dopo essere stato una notte in terapia intensiva mi hanno trasferito in reparto e tenuto lì fino a quattro giorni fa. Nei giorni di degenza ho ricevuto molte visite dei miei familiari e amici che mi hanno fatto un po di compagnia aiutandomi ad affrontare la monotonia della vita ospedaliera. Per quanto riguarda le emozioni che ho provato io sono sempre rimasto calmo e ho subito accettato la mia nuova condizione; dico ciò perché per molte persone potrebbe essere un trauma ma quello che io mi sento di dire a costoro è che, a parte un iniziale periodo di confusione (se così si può chiamare) si potrà poi riprendere la vita normale. Nella mia inesperienza ora non sarei in grado di aiutare qualcuno però se mi verrà data la possibilità in qualche altro articolo mi piacerebbe farlo; per ora quello che posso dire é che il diabete é un disturbo che se controllato non impedisce assolutamente lo svolgimento di una vita normale. Passati un pò di giorni dalla manifestazione della patologia, mi sento molto tranquillo e anche grazie all’aiuto del medico diabetologo, che mi segue, mi sono abituato a somministrarmi l’insulina prima di ogni pasto oltre che a convivere con quella che mi piace chiamare “la mia nuova vita”.

Gli autori de “Il Mio Diabete” danno il benvenuto a Leonardo: è la prima volta che in questo spazio nasce una storia con il T1D. La vita va vissuta tutta, attimo per attimo. Un libro da sfogliare e leggere…. Roberto Lambertini

DIABETEASY per partecipare clicca qui

 

Composta di pompelmi con bresaola e rucola

Composta di pompelmi con bresaola e rucola
Print
Tipo ricetta: Antipasti
Tipo cucina: Italiana
Autore:
Tempo preparazione:
Tempo totale:
Porzione: 4
Una sorta di insalata composita, rinfrescante, adatta all´alimentazione estiva, ma capace di fare la sua bella figura come antipasto non tradizionale.
Ingredienti
  • bresaola (100 g)
  • succo di limone (4 cucchiai)
  • pompelmi rosati (n. 2)
  • cuori di lattuga (n. 2)
  • rucola (50 g)
  • olio extravergine d´oliva (2 cucchiai)
  • senape (1 cucchiaino)
  • sale (q.b.)
  • pepe (q.b)
Preparazione
  1. - Dividere i pompelmi a metà orizzontalmente
  2. - Estrarre la polpa con un coltellino
  3. - Ricavare i mezzi spicchi e privarli della pellicina bianca
  4. - Tagliare a listerelle molto sottili la bresaola
  5. - Lavare e mondare la rucola e la lattuga
  6. - Tagliare a striscioline le verdure
  7. - Unire in un insalatiera la bresaola, le verdure e la polpa di pompelmo
  8. - Sbattere in una scodella il succo di limone con il sale e il pepe
  9. - Unire la senape e l´olio
  10. - Condire con la salsa l´insalata e mescolare
  11. - Riempire con la preparazione i 4 pompelmi svuotati e servire
Dose per persone: 100 grammi Calorie: 149 Grassi: 9 Carboidrati: 8 Proteine: 10

Pag 1 of 2812345...1020...Ultima »

Diabete

Il diabete tipo 1 sul groppone da un giorno o 54 anni? Non perdere la fiducia e guarda avanti perché la vita è molto di più, e noi siamo forti!
Non sono un medico. Non sono un educatore sanitario del diabete. Non ho la laurea in medicina. Nulla in questo sito si qualifica come consulenza medica. Questa è la mia vita, il diabete – se siete interessati a fare modifiche terapeutiche o altro al vostra patologia, si prega di consultare il medico curante di base e lo specialista in diabetologia. La e-mail, i dati personali non saranno condivisi senza il vostro consenso e il vostro indirizzo email non sarà venduto a qualsiasi azienda o ente. Sei al sicuro qui a IMD. Roberto Lambertini (fondatore del blog dal 3/11/2007).

Newsletter



Informazione

Avete un evento, manifestazione (sportiva e non), convegno sul diabete o legato ad esso? Se la risposta è sì fatemelo sapere attraverso l'invio dei dati e iinformazioni scrivendole nel form presente all'interno della pagina Scrivimi del blog. Le iniziative predette saranno publicizzate all'interno di questo spazio gratuitamente e immediatamente. Grazie per il vostro interesse Roberto Lambertini

Eventi

  • Nessun evento

Sommario post

Categorie post

IMD è mobile

Il Mio Diabete social

Il mio diabete

Promuovi anche tu la tua Pagina

Instagram

Blogosfera

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons

BlogItalia.it - La directory italiana dei blog


2016 Image Banner 120 x 600