Dai media e web

Alcuni diabetici sono inclini a scelte di guida pericolose

Crash

Gli automobilisti con il diabete che hanno difficoltà a capire quando il loro livello di glucosio nel sangue è basso, può abbassare il livello di consapevolezza alla guida.

Lo studio, su 65 adulti con diabete di tipo 1 e tipo 2, ha trovato che molti di quelli con consapevolezza alterata dei sintomi di ipoglicemia  hanno pensato che era giusto guidare anche quando il loro livello di glucosio  era pericolosamente basso. Ipoglicemia, e lo zucchero nel sangue basso, ostacola la capacità della persona di pensare e fare i giudizi rapidi – e fa aumentare il rischio di incidenti.

Nel nuovo studio, pubblicato nella rivista “Diabetes Care”, 21 di 45 adulti con il diabete di tipo 1 hanno avuto problemi riconoscendo che hanno preso poco zucchero. Di questi pazienti, 43 per cento hanno ritenuto che potevano guidare anche quando il loro livello di zucchero era basso.

Il problema non è che questi individui non hanno conosciuto i sintomi di ipoglicemia – quali le palpitazioni cardiache, il sudore, i tremiti e le dispersioni visive, ha affermato il Dott.  Alexander. Stork ricercatore del centro universitario medico di Utrecht nei Paesi Bassi. Invece, i loro corpi non innescano i sintomi liberi fino a che i loro livelli dello zucchero non è basso. Ciò è in parte a causa dell’adattamento del corpo al ipoglicemia, con danni al sistema nervoso dei diabetici.

Per lo studio, i partecipanti hanno completato due sessioni in un simulatore di guida, una volta con la glicemia normale ed una volta con lo zucchero basso. Durante le prove sono è stato chiesto  se avvertivano l’ipoglicemia e se, tutti i giorni, guidano l’auto. I partecipanti inoltre hanno valutato i loro sintomi sui questionari
per misurare la loro consapevolezza dell’ipoglicemia. Dei diabetici di tipo 1 con buona consapevolezza, appena uno ha ritenuto giusto guidare una volta ipoglicemico — contro nove di 21 con poca consapevolezza.
Il dato di fondo è che le persone  con il diabete hanno bisogno di “di un primo e chiaro momento di formazione” circa l’ipoglicemia  e la guida.

Tratto da “Diabetes Care” novembre ’07