Vivo col Diabete

Che si fa

A parte il diabete un altro tema che accompagna la mia fase vacanziera riguarda il controllo dell’ipertensione arteriosa, ad esempio il fatto che ieri ho fatto uno sbalzo altimetrico al passo del Sempione ha messo in evidenza un altro aspetto che debbo tenere a governo in questi giorni: la pressione del sangue, anche in considerazione dei miei precedenti patologici (leggero ictus nel 2004). La fase di inizio della nuova giornata vede la glicemia posizionata sul valore di 190 mg/dl: tutto sommato la lantus ha tenuto nel corso della notte, in questo contesto faccio 5 unità di insulina novorapid e una colazione composta da una tazza di latte e muesli, per un totale di 40 grammi in carboidrati. Il programma della giornata prevede un itinerario escursionistico in quel di Macugnaga.
Il contesto glicemico di pranzo è pari a 130 mg/dl, lo schema prevede 9 unità di insulina novomix ma in considerazione dell’esercizio fisico supplementare ne inietto 8, il pasto consiste in un piatto di pasta asciutta con salsa di verdure e contorno di insalata mista pari a 80 grammi di carboidrati. E continua il cammino. Si fa sera: la glicemia è posizionata su 125 mg/dl, praticamente ferma al palo, è l’occasione per fare 5 unità di insulina novorapid e cenare con un bella omelette, accompagnata da un timballo di verdure, senza pane, per un totale di carboidrati pari a 65 grammi. Ore 21 iniezione di insulina lantus (10 unità) e controllo della glicemia prima di coricarmi con un valore di 197 mg/dl.