Batticuore

Ancora in strada

pressione

Nei giorni scorsi ho lottato per cercare di ristabilire ordine nella mia glicemia e mettere in tranquillità il diabete; ma assieme a questa condizione persisteva la difficoltà di riuscire a porre in “regola” l’ipertensione arteriosa.

Sostienici con un acquisto o donazione

Da quando mi è stata riconosciuto lo status di iperteso si è alternato un carosello continuo di farmaci per cercare di terapizzare la patologia, senza successi particolari. Il menù di pastiglie è cominciato con il lobivon 10g; poi sono passato all’aprovel da 150g, aumentato a 300g, quindi al coaprovel 300g, ancora al Triatec HTC, quindi alla karvea e karvezide 150g, infine al zanedip 20g; e non li ho elencati tutti per non annoiarvi.

Ma alla fine la sistolica resta sempre oltre la norma (170 media) e a questo punto mi sono decisamente stancato e ho concluso che il meno peggio dei farmaci impiegati per l’ipertensione arteriosa, the winner is: l’aprovel 300g associato a mezza compressa di diuretico; e la sera un calcio antagonista (zanedip 20 g); così facendo riesco a migliorare i valori della pressione arteriosa in modo adeguato. Poi essendo una persona molto emotiva di mio debbo compiere uno sforzo per cercare di essere meno ansioso e più calmo.

Categorie:Batticuore, Terapie

Con tag: