Vivo col Diabete

Come procede

La direzione di marcia presa negli ultimi dieci mesi dall’inizio con l’utilizzo del microinfusore prosegue in modo sostanzialmente lineare, e la media settimanale dei valori glicemici registrata negli ultimi sette giorni è pari a 144 mg/dl, risultato conseguito senza eventi ipoglicemici e picchi d’iperglicemia degni di nota.

Un buon risultato non c’è che dire e  non adoperando il sensore glicemico con il microinfusore come in assenza di altri problemi, tipo occlusione della cannula. Un altro dato di questo periodo riguarda l’aumento del peso, in termini leggeri, ovvero 64 chili, pure questo un risultato importante poiché negli ultimi quindici anni non ho fatto altro che calare fino 55 chili di peso per 172 cm d’altezza.

Ecco i fondamentali del diabete sono fissati su linee corrette e pertanto il momento è buono non solo per la glicemia, ma gli effetti dovrebbero ricadere positivamente sulle altre complicanze generate dalla condizione diabetica: in primo luogo lo stato della retinopatia e nefropatia; in questi casi sarebbe meglio parlare di strategia conservativa tesa ad ottenere un mantenimento dei risultati fin qui ottenuti.

E per concludere venerdì scorso ho fatto la seconda visita oculistica con fundus oculi: l’esame del fondo oculare. Un esame che grazie all’uso di oftalmoscopi e di lenti permette di osservare l’interno dell’occhio e più precisamente il segmento posteriore, quindi la retina. Viene effettuato in midriasi, cioè con la pupilla dilatata, ma oggi è possibile effettuare l’esame anche con la pupilla non dilatata. E’ un esame indolore. In pratica, l’oculista guarda nell’occhio attraverso una lente proiettando un fascio di luce. Permette la diagnosi di malattie retiniche, alterazioni retiniche, di malattie sistemiche.

L’oculista ha registrato la necessità di cambiare lenti agli occhiali montandone di più potenti, una conseguenza dell’invecchiamento anagrafico,  La pressione intraoculare è nella norma. Infine lo specialista ha notato un’ombra nella parte centrale della retina all’occhio destro così prescrivendo esami quali: fluorangiografia e OCT da portare al prossimo  controllo.

Categorie:Vivo col Diabete

Con tag: