Microinfusore/CGM/Pancreas artificiale

Il nuovo cammino

Per mantenere il diabete in ordine gli esperti indicano le quattro “emme” per combattere il diabete e mettere un freno agli alti e ai bassi della glicemia, la quantita’ di zucchero contenuta nel sangue: Monitoraggio della glicemia, Movimento (attivita’ fisica), Mangiare (bene e sano), Medicine (ipoglicemizzanti o insulina). Per me aggiungo una quinta: il microinfusore, e scavando nella rete, su Youtube ho trovato questa animazione che illustra bene il funzionamento dell’apparecchio da me utilizzato. Nome commercializzato in Italia: Minimed Paradigm Veo 554. Nella mia vita sono stato e sono caparbio, testone nelle convinzioni, anche a seguito di varie scottature personali, tali da portarmi ad avere una forma di diffidenza dopo aver infilato il naso in esperienze traumatiche o comunque non positive.

Sostienici con un acquisto o donazione

Come ho già ricordato trent’anni fa ebbi un’esperienza negativa con il microinfusore, anche perché era il primo modello della specie, poi il tempo ha fatto alimentare in me sentimenti negativi, di sfiducia e noncuranza verso il diabete e la vita, questi sono durati per molti anni; e mentre capivo che le tecnologie cambiavano in meglio il quotidiano delle persone, in tutti i settori, per paradosso rifiutavo questo approccio nella condizione diabetica.

Poi a un certo punto mi è giunto un aut aut, la salute cominciava a dare segni di peggioramento per via del continuo scompenso glicemico quindi non avevo alternative: ho cambiavo strada o ero destinato a uscirne fuori; e dopo un percorso tortuoso di iniziazione alla consapevolezza sono arrivato al nostro presente con il passaggio delle acque e la visione di una nuova, diversa prospettiva che mi porta ad essere più fiducioso ma sempre in modo critico e cosciente davanti ai problemi presenti e futuri.