Microinfusore/CGM/Pancreas artificiale

Grazie

Mi piace ricordare gli avvenimenti e passaggi importanti della mia vita e di tutti noi diabetici. Oggi per me è uno di questi: ovvero compio un anno di vita con il microinfusore d’insulina. Ho già scritto tanto sui vari aspetti concernenti l’utilizzo di questa apparecchiatura: il sistema integrato Medtronic Minimed Paradigm 554 Veo, con sensore glicemico ed arresto dell’infusione d’insulina con presenza di evento glicemico. Un anno passa in fretta, e questo 2010 per me è corso ma di bene in meglio. L’impiego della strumentazione mi ha fatto vivere meglio, sempre meglio il mio diabete, potendo così recuperare, oltre al buon compenso glicemico, una gestione dello stile di vita più rilassata e con un’alimentazione responsabile sì ma senza cintura di castità alimentare.

L’occasione della celebrazione di questa giornata prosegue con il diario nel diario stesso delle mie esperienze attraverso l’impiego del mezzo. Il percorso vuole portare a offrire una panoramica dei vari lati pratici concernente la tecnologia, sia in positivo che nei suoi aspetti problematici. Piccola premessa: il piano di fornitura delle varie parti di ricambio per il microinfusore si è avviato con qualche imprevisto, al principio non mi venne consegnato il cerotto necessario a tenere fissato l’innesto del sensore glicemico, e per qualche mese ho dovuto arrangiarmi alla buona non riuscendo a trovare un posto dove acquistare tale prodotto, poi dopo tre mesi il materiale mi venne consegnato. Altro piccolo particolare riguarda le batterie per tenere in carica l’apparecchio. Il rappresentante della Medtronic mi consigliava di utilizzare le Industrial Energizer AAA alcaline LR03, ma l’ASL non me le forniva dicendomi di reperirle in proprio, ovvero utilizzando le normali pile in commercio a tripla. Lo faccio e piccolo momento di panico al primo cambio: queste genere di batterie per qualche minuto lasciano a piedi lo strumento e poi si consumano in fretta. Che faccio? Dato il costo minimo e la possibilità di acquisirle via internet mi adeguo e ne ordine un certo numero di confezioni così da stare tranquillo per un po’. Altro regalo che mi sono fatto per festeggiare il primo anno con il signor Micro è stato l’acquisto di una custodia allacciabile all’addome così da portare l’apparecchio comodamente a letto o renderlo non visibile all’esterno. Ultimo dono: una borse utile a contenere tutti gli accessori per il micro e glucometro che torna buona per le vacanze e le trasferte.

Grazie Microinfusore per questo anno assieme.