Microinfusore/CGM/Pancreas artificiale

Controllo reale e desiderato

Il proselitismo tecnologico raccoglie sempre più nuovi seguaci, quando i prodotti sono innovativi e aiutano a vivere meglio, è il caso dello strumento che sto utilizzando io: il medtronic integrato VEO più volte citato in questo blog. I dati sulla distribuzione del microinfusore in questione sono emblematici: una crescita del 80% per cento nel 2010 rispetto all’anno precedente, e senz’altro gioca l’elemento novità accompagnato da un gran battage comunicativo. Il fatto che pesa in questo genere di momenti è la concretezza: un apparecchio in grado di sincronizzare valore della glicemia e dosaggio dell’insulina, nonché allertare il diabetico dell’arrivo di un’ipoglicemia, rappresenta una miglioria importante. Il processo rappresenta un avvicinamento importante al controllo vero del diabete per i casi difficili. Non è la soluzione finale del problema ma certamente un bel salto in avanti di qualità

Ecco perché i dati del successo nello smercio dello strumento sono così forti, e anzi in questo caso risulta che la domanda supera l’offerta. Ma va detto che l’apparecchio richiede un’attenzione e conoscenza seria, quindi non basta dire d’essere motivati, ci vuole un’adeguata fase di rodaggio, iniziazione prima di arrivare al prodotto finito.

Il gioiellino è esigente e non solo ma tutti i dati forniti vanno sempre presi la formula laica del dubbio: quindi ripeto mai farsi prendere da fregole e seduzioni tecnologico-modaiole, se facciamo questo compiamo non solo un passo sbagliato e deludente, ma anche uno spreco di risorse e tempo.

[ad#Simply banner]