Ricerca

Anche per questa volta

Come tutti gli anni siamo di nuovo nel periodo interessato alla dichiarazione dei redditi e quindi anche alla scelta per chi devolvere il 5×1000 a favore della ricerca in campo medico-sanitario. Come ho scritto qualche giorno fa le risorse impegnate a sostegno dello studio e ricerca nella lotta, cura del diabete in Italia, sono estremamente scarse: circa 400,000 euro e prevalentemente ricavati da donazioni di privati cittadini, nonostante il nostro paese “fornisca” i migliori ricercatori e studiosi a livello mondiale in questo campo.

A livello nazionale il punto di riferimento d’eccellenza nella ricerca sul diabete è rappresentato dall‘Istituto San Raffaele di Milano e come si legge dal sito “ad hoc” realizzato, liberiamoci dal diabete: La grande sfida dei ricercatori dell’Istituto Scientifico San Raffaele di Milano è trovare le cause del diabete di tipo 1. Per questo motivo nascerà il San Raffaele Diabetes Research Institute (DRI): un centro di eccellenza internazionale per la ricerca sul diabete di tipo 1. Si tratta di un progetto ambizioso che solo per essere avviato richiede un budget di circa 8 milioni di euro. Il DRI, posto all’i nterno del Dibit1 del San Raffaele, potrà contare su uno staff di 50 tra medici, ricercatori e personale di supporto e avrà una superficie di laboratori di ricerca di circa 750 mq. L’istituto inoltre farà parte della DRI Federation, un’alleanza di diversi DRI nel mondo.

Ecco perché ancora una volta ho deciso si sostenere questa organizzazione e devolvere il mio 5×1000 in loro favore. Sia ben chiaro altre realtà sono presenti nel nostro territorio e voglio catalizzare risorse in tal senso, ma questa è l’unica, a mio avviso, con progetto organico e credibile, nonché un’esperienza riconosciuta anche a livello internazionale da meritare fiducia e riconoscimento concreti.

Post scriptum: Nel mentre avevo di scrivere questa riflessione apprendo, dalla lettura del quotidiano “Il Corriere della Sera”, la notizia della crisi finanziaria e debitoria che ha investito il San Raffaele. I fatti non fanno cambiare l’opinione circa l’importanza e la qualità della ricerca in campo medico e nel particolare perciò che concerne il diabete.

[ad#Simple]

Categorie:Ricerca

Con tag:,