Prodotti

Slim size to fit price

Adv

Come avevo facilmente pronosticato lo scenario ogni anno di più si arricchisce di nuove e ancor più avanzate tecnologie per l’infusione d’insulina, le quali si riducono nelle dimensioni fisiche, e aggiungo molto altro ancora ci aspetterà per il prossimo futuro. E’ il caso del microinfusore t: slim una sottiletta d’apparecchio è proprio il caso di dirlo! Agli abbonati della newsletter del blog avevo già dato la notizia, riportata nel corso del 52° meeting scientifico dell’American Diabetes Association svoltosi tra l’8 e 12 giugno scorsi, ovvero la prossima messa in distribuzione a seguito del visto della FDA (Federal Drug Admnistration), a partire da agosto negli USA al prezzo di $ 5000, della pompa “smilza”, mentre per quanto riguarda l’Europa l’arrivo è previsto attorno a gennaio del prossimo anno, in quanto attualmente all’esame dell’EMA.

Adv

Cos’ha d’innovativo questo nuovo microinfusore? A vederlo sembra semplice da imparare e utilizzare, con uno schermo touch screen che incarna un design nuovo e un approccio fresco, stile smartphone e tablet, oltre alle funzionalità più richieste per le nuove pompe. La Tandem Diabetes Care, questo il nome della start up californiana produttrice del nuovo congegno, promuove il neonato congegno, lo t: slim descrivendolo come uno strumento bello a vedere grazie allo schermo a colori e alla la vera innovazione costituita dalla struttura sottile ed elegante come una carta di credito e del peso veramente leggero pari ad appena 50 grammi, così comodo da poter essere infilato in una tasca o indossato discretamente sotto i vestiti. L’altro comfort disponibile nel microinfusore risiede nella novità offerta dalla tecnologia avanzata del sistema integrato micro-USB, con cui si può ricaricare facilmente l’apparecchio senza utilizzare batterie esterne (litio o alcaline) e la velocità insuperabile nel trasferimento dei dati contenuti nella pompa (boli, glicemia, carboidrati) su qualsiasi computer e sistema operativo, grazie all’impiego di un’applicazione web-based, ovvero a interfacciamento tramite internet utilizzando il nostro comune browser. Infine la pompa utilizza una cartuccia apposita prevaricata contenente complessive 300 unità d’insulina.

A vedere la descrizione tecnica del nuovo microinfusore, comparandolo con gli altri presenti sul mercato, appaiono subito evidenti i suoi punti deboli: in primo luogo manca una predisposizione all’integrazione con l’Holter glicemico, come nel Veo della Medtronic, oppure la sua impermeabilità all’acqua presente nell’Animas Vibe. Ma senz’altro nelle versioni successive del prodotto sono certo verranno adottare migliorie e ulteriori innovazioni, d’altronde sono solo all’inizio e aperta una strada il percorso è ancora tanto da fare.

Noi diabetici quel che importa alla fine è sempre e solo una cosa: avere strumenti i quali ci consentano di vivere meglio ogni con di più con il diabete. La raccomandazione che desidero fare è:va bene la competizione come arricchimento e crescita dell’offerta e delle migliorie tecnologiche, ma vorrei tanto ci fossero degli standard minimi comuni per tutti i microinfusori per il futuro, in modo da tale da offrire sicurezza e controllo per il suo utilizzatore.

Categorie:Prodotti, Tecno