Mangiare

Qui vicino

Tirtlan patate e ricotta
Print
Tipo ricetta: secondo
Autore:
Tempo preparazione:
Tempo cottura:
Tempo totale:
Porzione: 4
La proposta di oggi è puramente simbolica e la dedico alla terra che mi ospita, il piatto non è di stagione anche freddo e oer quanto riguarda il diabete senz'altro va bene a condizioni che alla base vi sia un adeguato consumo d'energia fisica per via dell'elevato contenuto di calorie, carboidrati e grassi, Quindi se un giorno lo vorrete proporre a tavola tenete presente le cose qui scritte e fate per bene la conta dei carboidrati prima di controllare glicemia e iniettare l'insulina. Ricetta originale della Val Pusteria, i tirtlan sono delle frittelle ripiene preparate con farina di segale e di frumento. Sono formati da due dischi di pasta sottili che contengono un ripieno a base di spinaci, ricotta o crauti. Sono ottimi gustati da soli caldi, appena fritti, oppure, rispettando la tradizione, i tirtlan si accompagnano alle zuppe, ma si possono mangiare anche freddi. Ormai però i tirtlan hanno oltrepassato i confini del Trentino Alto-Adige e sono conosciuti un po' ovunque: è molto facile poterli assaggiare durante le feste di paese, appena scolati dall'olio bollente. I tirtlan sono facili da preparare anche in casa, basteranno alcuni semplici ingredienti e potrete assaggiare uno di quei sapori indimenticati della tradizione.
Ingredienti
  • Per la pasta di circa 20 tirtlan
  • - Acqua tiepida 100 ml
  • - Sale un pizzico
  • - Farina di frumento 125 gr
  • - Farina di segale 125 gr
  • - Uova 1
  • - Olio di oliva 1 cucchiaio
  • Per il ripieno
  • - Burro 50 gr
  • - Sale q.b.
  • - Cipolle una piccola
  • - Patate 250 gr
  • - Ricotta 250 gr
  • - Erba cipollina un mazzetto
  • Per friggere
  • - Olio di arachide q.b.
Preparazione
  1. In una ciotola versiamo le due farine; aggiungiamo l'uovo, il cucchiaio di olio, il sale e l'acqua tiepida e lavoriamo gli ingredienti fino a ottenere una pasta liscia.Quando la pasta sarà liscia e omogenea copriamola con della pellicola trasparente e lasciamola riposare per mezz'ora al fresco. Laviamo e mettiamo a lessare in acqua salata le patate intere e con la buccia. A questo punto cominciamo a preparare il ripieno: facciamo sciogliere il burro in un tegame antiaderente e aggiungiamo la cipolla tritata, che faremo sudare a fuoco basso fino a che non diventi trasparente (non deve prendere colore).Sminuzziamo l'erba cipollina, peliamo e passiamo al setaccio le patate ormai lessate e mettiamo la purea ottenuta in una ciotola insieme alla ricotta; aggiungiamo la cipolla, aggiustiamo di sale e uniiamo l'erba cipollina. Amalgamiamo gli ingredienti fino a ottenere un composto omogeneo. Tiriamo la pasta in modo da ottenere una sfoglia sottile almeno 1mm, ma anche di più se riusciamo. Con un coppapasta, tagliamo la sfoglia in dischi del diametro di 10 cm circa. Mettiamo al centro della sfoglia il ripieno (almeno 25 gr) e con un pennellino o con le dita, bagnamo i bordi del disco con dell'acqua. Copriamo il primo disco con un'altra sfoglia, premiamo i margini facendo fuoriuscire l'aria in eccesso e sigilliamo bene passando una rotella dentellata. Friggmo i tirtlan in abbondante olio bollente (180 gradi), rigirandoli su entrambi i lati. Una volta dorati poggiamo i tirtlan ad asciugare su della carta assorbente. I tirtlan, ottimi caldi, possono anche essere mangiati freddi.
Dose per persone: 100 gr Calorie: 401 Grassi: 45 Carboidrati: 90 Fibre: 3 Proteine: 10

 

Enhanced by Zemanta

Categorie:Mangiare

Con tag:,