Vivo col Diabete

Tutto bene

ulten valley

Eccomi a ricominciare la settimana e la cosa non è strana in fondo, il calendario segna lunedì, ma quel di diverso da solito concerne il fatto di riprendere le consuete pratiche quotidiane dopo due settimane di vacanza. Il bilancio del menzionato periodo è stato più che buono: ottimo, eccezionale come non mai. Nei giorni scorsi ho goduto di una media dei valori glicemici uguale a 130 mg/dl, senza alcuna ipoglicemia e iperglicemia, questo per due settimane intere! Il soggiorno vacanziero l’ho trascorso il Val d’Ultimo – Ultental /Sudtirolo – Alto Adige, una valle naturalisticamente parlando molto bene conservata e aperta a un turismo leggero, rispettoso delle tradizioni e attività locali, ancora vive e vegete. Sotto il profilo paesaggistico la valle offre uno spazio meraviglioso di prati e foreste di un verde brillante e intenso rispecchiato dall’azzurro dell’acqua dei grandi laghi artificiali delle centrali idroelettriche, le quali son state costruite senza deturpare il paesaggio, con un clima ideale per il periodo estivo (temperature massime tra i 21/22 gradi). Una fauna varia e importante per l’ecosistema: l’aquila reale, l’orso e molto altro ancora. Sono certo che tutto l’ambiente coniugato ad una alimentazione sana e ad un vero relax ha consentito di ottenere una stabilità inusitata e insperata, mai avuta per il mio diabete. Inoltre la scelta dell’alloggio: presso il Residence Karnutsch, un luogo ameno, silenzioso e tranquillo dove poter fare da mangiare in autonomia offriva ancora una maggiore garanzia di salubrità alla vacanza assieme a tutti i comfort; a fatto da coronamento alle due settimane di villeggiature passate divinamente. Io non sono mai tornato a soggiornare nello stesso posto, ma questa penso proprio che replicherò la felice esperienza, perché una vacanza è staccare per ritrovare se stessi e qui la cosa ha preso forma, sostanza.

English: My trip in 2003 to Trentino Alto Adig...

Ma come sempre occorre guardare avanti e anche questa volta si ricomincia a partire dal sensore glicemico che porterò con me nel corso di questi giorni e la settimana ha come appuntamento nevralgico la visita di controllo del diabete, prevista per venerdì prossimo: proprio in vista di tale data dovrò scaricare tutti i dati contenuti nel microinfusore e sensore così da portare al medico un bel paccone di carta da leggere, se mai lo farà, con la recente mia storia glicemica. Poi sempre con l’approssimarsi del D Day altre cose da porre all’attenzione riguardano il mio sensibile aumento di peso, + 7 Kg, il peggioramento della funzione renale e la neuropatia alla mano destra, giusto per no farmi mancare nulla. Insomma il fattore V che sta per vacanza e visita, incide sull’agenda.

E poi vista l’influenza sulla glicemia del fattore emotivo e dello stress, nel bene (vacanza) voglio osservare come andranno le cose nei prossimi giorni circa la curva glicemica, ovvero ancora una volta ci sarà un peggioramento della media delle valori glicemici come immagino. Naturalmente spero a tal proposito di essere smentito. Infine un’ultima cosa dimenticavo di aggiungere: nonostante il luogo della vacanza fosse a 1200 metri d’altezza non ho registrato problemi di ipertensione arteriosa, anzi in alcuni momenti ho avuto episodi ipotensivi. Cominciare la settimana con della positività fa bene e auguro a tutti voi cari lettori del blog di poter trascorrere vacanze serene e tranquille.

Enhanced by Zemanta
Ciao Pizza Blue Monday 15 gennaio Giornata mondiale della Neve
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: