Vivo col Diabete

Faccio nove

Adv

Ancora settembre di un’estate che un tempo andava scemando ma oggi resta e ci accompagna tra i colori sempre vive con un sole come sempre bruciante tra qualche goccia annuvolata, e forse le rondini andranno? Non si sa i ritmi della natura sembrano essere cambiati e se domani sarà ancora settembre per un foglio di carta appeso alla parete da girare il meteo diversamente afferma il suo andare. Ma in fondo all’orizzonte una cosa sembra certa: ancora una volta sono qui a testimoniare come con il passare del tempo e delle stagioni si cresce tutto ma non cala mai la voglia di vivere questo momento perché ogni istante è prezioso e non va sprecato, gettato invano in pasto al vuoto.

???????: ???? ???? ?????? ????. ?esky: Glukome...

Comunque benvenuto settembre il mese dove si rimettono le tende dopo avere lasciato riposare le stanche membra dicevano i saggi antichi, non se è ancora così oggi ma certo per quanti sono tornati alle consuete attività terminate ferie e vacanze  il detto  calza perché in fondo si riprende il lavoro, la scuola e la consueta routine. Per un mese che arriva un altro abbiamo lasciato alle spalle: di agosto si tratta e facendo la somma sull’evoluzione del diabete ancora una volta sono i dati estrapolati dal diario digitale della glicemia a parlare forte e chiaro su come sono andate le cose.

La prima settimana di rilevazione dei valori media della glicemia ha dato un risultato di 132 mg/dl, mentre la seconda di 162 mg/dl, la terza  uguale a 142 mg/dl e per finire l’escursione tra le settimane l’ultima d’agosto ha registrato un parametro di 140 mg/dl. La media del mese alla fine si è attestata a 142 mg/dl complessivi, contribuendo ad attestare un quadro di stabilità e buon compenso ancora una volta del mio diabete e nel contesto di valutazione complessiva circa l’andamento delle glicemie durante l’arco delle stagioni ancora una volta si capisce come durante la stagione estiva le cose continuano ad andare per il meglio rispetto all’opposto invernale. Infatti anche tra il dato della glicata estiva raffrontato con quello invernale c’è una oscillazione in decremento dello 0,5 di media.

Allora la sfida fra qualche mese sta nel tenere al lazo la glicemia e conseguentemente l’emoglobina glicata per il rigido periodo invernale sperando non torni l’era glaciale e magari migrando alle Cook Island (magari per quando andrò in pensione). Ora come percorso più realistico utilizzerò tutti i miei studi e ricerche per utilizzare al meglio la fase autunnale così da restare nella linea Maginot del 6,6 di HA1bc o comunque non andare oltre il 7,0.

Per sapere come andrà a finire non vi resterà che continuare a leggere i miei settimanali bollettini di guerra al diabete e glicemia, dove saprete come con il combattimento goccia a goccia e dato a dato riuscirò o meno a portare a casa il risultato. D’altronde il diabete per me non è mai stato una sfiga ma una sfida da accettare e combattere ogni giorno, poi da quando ricevo le mie soddissfazioni con i predetti risultati l’affronto con maggiore spinta perché so sento dentro di potercela fare. Intanto settembre sono qua!

Enhanced by Zemanta
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: