Dai media e web

In piazza

A metà di settembre con il diabete tutto procede regolarmente e detto questo potrei chiudere qui il post, ma poi scavando dentro la somma di giornate accumulate una cosa che non va c’è sempre. Allora andando fuori tema dal blog la parola chiave d’oggi si chiama artrite reumatoide: un’altra malattia autoimmune che mi accompagna dal 2001 e nonostante dal 2005 sia in trattamento con farmaci biologici anti TNF, a intervalli di tempo ho fatto tre cicli diversi di principi attivi, la remissione o guarigione completa da tale patologia non si è ancora intravista. La pratica sta in questi termini: a tre, sei mesi dall’interruzione della terapia riappaiono i sintomi e il dolore intenso, forte alle articolazioni periferiche superiori e inferiori dell’artrite reumatoide.

Il riemergere dei sintomi della malattia è cominciato a farsi sentire a metà d’agosto, ora sto aspettando di di fare la visita reumatologica di controllo, la cui attesa è piuttosto lunga poiché nel corso del 2013 le procedure di accesso agli accertamenti specialistici si son fatte ancor più  complicate.

Nonostante il processo infiammatorio in atto, con dolori e difficoltà deambulatorie annesse, il contesto non ha intaccato il controllo e buon compenso glicemico. A tal proposito mi sono fatto una ipotesi: essendo di natura molto emotiva e sensibile ai fattori di stress quest’ultimo nella pratica anziché scaricarsi sulla glicemia va a farlo sia nell’artrite reumatoide che nella pressione arteriosa, risparmiando in questo modo il diabete.

A thumbnail of an italian region.
Sotto il profilo della riduzione sintomatica del male ho al momento una sola strada percorribile: l’assunzione per via orale di un anti infiammatorio FANS, ma per via per dei miei precedenti eventi negativi a livello sia renale che cardiovascolare (una leggera insufficienza renale e low stroke) cerco di prenderlo proprio quando il dolore non è più sopportabile, e cerco di resistere il più possibile, e comunque ogni cinque giorni prendo la compressa.

E tornando al diabete la settimana lasciata alle spalle si è conclusa con una media glicemia pari a 130 mg/dl, tutti i dati alla base del calcolo sono estrapolati sempre dal glucometro e dal sensore glicemico impiantato per sei giorni su sette. Sempre bene appunto.

Infine il prossimo venerdì 20 e sabato 21 settembre sarò a Modena per partecipare all’evento dell’anno organizzato dalla Federazione Diabete Emilia-Romagna alla sua seconda edizione intitolato: Diamo Scacco al Diabete, il cui programma completo lo potete trovare nella sezione eventi del blog. In particolare il sabato ci sarà un importante convegno scientifico che tratterà tutte le materie al centro della patologia, oltre a diversi momenti ludici e ricreativi, culinari messi in calendario. Sarà una bella occasione per incontrare, rincontrare amici vecchi e nuovi.

Enhanced by Zemanta

Categorie:Dai media e web

Con tag:,