Dai media e web

Diabodor

glicemia(AGI) – Washington, 19 mar. – Studi condotti sull’odore del corpo potrebbero presto aiutare i malati di diabete. A dirlo una nuova ricerca presentata durante il 247esimo National Meeting & Exposition of the American Chemical Society. Gli scienziati della Mississippi State University hanno infatti scoperto che i composti organici volatili presenti nel respiro di malati di diabete di tipo 1 rappresentano degli indicatori caratteristici dello stato glicemico dei pazienti. In particolare, quando la glicemia sale, o scende, vengono emessi dei composti volatili differenti nel respiro. Gli scienziati li hanno allora individuati e isolati e hanno addestrato alcuni cani a riconoscerli immediatamente, in modo da poter letteralmente “fiutare” i cambiamenti dei livelli di zucchero nel sangue dei propri padroni, che possono causare una serie di sintomi fra cui le crisi epilettiche. Gli scienziati sperano, inoltre, di riuscire a sviluppare una sorta di “naso elettronico portatile” in modo da poter sostituire i cani che richiedono molta cura, sono costosi, e, soprattutto, si affaticano e non possono controllare il paziente costantemente. .

Enhanced by Zemanta

Categorie:Dai media e web

Con tag:,