Vista e dintorni

Occhio umido

Adv

dry-eye-device

Il dispositivo stimola elettricamente la ghiandola lacrimale, l’organo responsabile della produzione delle lacrime. Ci sono due versioni del dispositivo, una che è posizionato all’interno della cavità nasale e l’altra è impiantata sotto la pelle sopra le palpebre. Il dispositivo, che può essere controllato tramite un’interfaccia wireless, è già stato negli studi clinici in Australia, Nuova Zelanda e Messico ed è prossimo ad ottenere l’approvazione delle autorità europee e canadesi, mentre sono già in corso di progettazione gli studi finalizzati all’autorizzazione della FDA.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: