Emozioniamo

Buona Pasqua

Adv

Matteo 22,35-40

35 e uno di loro, un dottore della legge, lo interrogò per metterlo alla prova: 36 «Maestro, qual è il più grande comandamento della legge?». 37 Gli rispose: «Amerai il Signore Dio tuo con tutto il cuore, con tutta la tua anima e con tutta la tua mente. 38 Questo è il più grande e il primo dei comandamenti. 39 E il secondo è simile al primo: Amerai il prossimo tuo come te stesso. 40 Da questi due comandamenti dipendono tutta la Legge e i Profeti».

Desideriamo ricordare la Pasqua con queste semplici e chiare parole tratte dal Nuovo Testamento – Vangelo di Matteo. Senza incasellamenti dentro le mura e steccati di religioni o altro, ma in quest’epoca sempre più contrassegnate da idolatrie e materialismi sospinti avere anche solo un attimo memoria di quanto lasciato a imperitura testimonianza per l’uomo l’umanità lo dobbiamo. E con maggiore forza pensando a quanti soffrono per il dolore provocato dalla malattia, perdita della vita di una persona cara, e per mano dell’uomo a causa di sedicenti profeti e ambasciatori di un credo, di un Dio e divinità. Ecco a tutti: vittime e carnefici ricordo, ricordiamo: Ama il Signore Dio tuo, Ama il tuo prossimo come te stesso.

Auguriamo a tutti i lettori de: Il Mio diabete una Buona Pasqua e ci congediamo con una poesia scritta da Nicol una bambina diabetica tipo 1, di 8 anni, della scuola domenicale della XI Chiesa Battista di Albuquerque:

Se avessi

un magica bacchetta

farei sparir in un battibaleno

tutte le malattie e porcherie

farei nascere tanti bambini

e fiori di tutti i colori

farei i cibi in un momento

per saziar l’umanità

cancellerei paure

e spaventi

Potremmo viaggiar tutti

Contenti

A cominciar dalla mia famiglia

Poi per finir

Tanta pace amor

Per questa terra

L’unica che abbiamo

Racchiusa in un ovetto

Tutto colorato

. Nicol

Homeless

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: