Emozioniamo

Diabete e depressione: capire la sovrapposizione

Adv

Stress

In uno studio, Frank J. Snoek, PhD , professore specializzato in diabetologia psicosociale presso la VU University Medical Center di Amsterdam, e colleghi, ha cercato di distinguere tra la depressione nei pazienti diabetici e  la angoscia-diabete, una condizione correlata ma distinta. Secondo i ricercatori, la depressione è una condizione eterogenea, definita da sintomi distinti di gravità e durata specifica. La depressione nel diabete può essere in parte attribuita al disagio psicologico correlato a convivere con una malattia autogestita cronica, ma non può essere limitato a questa relazione. Diabete-angoscia, però, è una risposta emotiva specifica della convivenza con il diabete, la sua gestione, e le sue complicanze. Mentre queste due condizioni psicologiche si sovrappongono, non sono sinonimi, hanno scritto i ricercatori. Entrambe le condizioni sono legate alla scarsa compliance al trattamento e scarso risultato glicemico, ma non sembrano derivare dalla stessa causa sottostante. I dati guida della ricerca sulla depressione hanno individuato tre profili depressivi discreti: il profilo metabolico-atipico, il profilo cronosregolato, e il profilo ansioso malinconico. Secondo i ricercatori, gli studi futuri dovrebbero cercare di capire meglio questi profili per stabilire trattamenti mirati.

Trattamento Ottimizzazione

Secondo un secondo studio elaborato da Frank Petrak, PhD, del Dipartimento di medicina psicosomatica e psicoterapia, Università della Ruhr di Bochum, in Germania, e colleghi, le attuali conoscenze sullo screening e trattamento della depressione nel diabete sono ancora insufficienti. Mentre gli strumenti validati per la rilevazione della depressione nel diabete sono prontamente disponibili, tali dispositivi diagnostici sono limitati nella loro efficacia fatto salvo quando le condizioni derivate dal peggioramento di entrambe le patologie porta a prescrivere l’immediata effettuazione dei trattamenti appropriati e utilizzabili. Secondo i ricercatori, questo non è spesso il caso. Essi hanno osservato che, poiché la coesistenza di diabete e depressione ha mostrato effetti avversi, le strategie di trattamento per questi pazienti dovrebbero cercare di gestire i diabete così come il controllo glicemico quali marker per il l’ottenimento del buon risultato sul diabete stesso. I ricercatori hanno citato prove che dimostrano come la depressione nel diabete di tipo 1 e di tipo 2 può essere efficacemente trattata attraverso approcci psicologici e farmacologici. In termini di miglioramenti nel controllo glicemico, l’evidenza è inconcludente: in alcuni studi, un piccolo o moderato miglioramenti nel controllo glicemico è stato raggiunto attraverso l’uso di inibitori della ricaptazione della serotonina o trattamento psicologico.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: