Vivo col Diabete

Dentro di me, di noi

Adv

Inside The Brain

Sul volto di ogni diabetico c’è una storia che in pochi saranno in grado di leggere. Troppi finti sorrisi hanno coperto le sue lacrime. Troppi: “Sto bene” hanno reso muto il suo dolore. Tante emozioni sono scorse sulla sua pelle, sprofondando dentro ai pori di essa fino a modificarle l’anima. Sul volto di ogni diabetico c’è una storia che difficilmente verrà raccontata per intero ad un’altra persona, forse perché a volte evitiamo di raccontarla nuovamente anche a noi stessi. Spesso i diabetici nascono e crescono fiduciosi e comprensivi verso le persone che incrociano nel loro cammino, ma poi quando assaggiano il dolore che causa l’aprire gli occhi di fronte alla verità; ecco che quella fiducia e comprensione nel prossimo comincia a svanire. Essa diviene sempre più debole e più preziosa da concedere. In ogni persona ci sono due mani, alcune hanno lavorato, amato, abbracciato e aiutato… Altre hanno applaudito fallimenti, picchiato e passato il tempo puntando le dita contro altre persone, magari uccidendole. In ogni diabetico c’è un “Cuore”, ma non tutti i cuori sono degni di essere chiamati tali. Il cuore è il più grande contenitore d’amore, di umiltà e di umanità e non tutti purtroppo conoscono questi valori. Esse incontreranno tanti tipi di persone: Alcune le ameranno in modo incondizionato e saranno ricambiate nello stesso modo. Altre le ameranno in altrettanto modo incondizionato per ricevere da esse solo delusione… Una delusione che lascerà loro profonde ferite. Saranno proprio queste ultime a modificarle per sempre dentro.

Il mio diabete: a otto anni ormai di vita ecco la sintesi del perché e per come ho voluto esprimere in sintesi il percorso di una vita, la mia e un poco anche la vostra, con il diabete tipo 1, e rimarco tipo 1 poiché questa forma della malattia accompagna l’esistenza ormai da sempre. Così a memoria futura nell’attesa della medicina rigenerativa cura prossima ventura, lascio una piccola memoria prima di andare in “pausa”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: