Complicanze varie/eventuali

Sgrat sgrat

Adv

prurito

l prurito è un sintomo e non una malattia. Può accompagnare una patologia cutanea primitiva oppure un’affezione sistemica. Le dermatosi che causano prurito intenso e lesioni cutanee, includono la scabbia, la pediculosi, le punture d’insetto, l’orticaria, la dermatite atopica, la dermatite da contatto, il lichen ruber planus, la miliaria e la dermatite erpetiforme. La cute secca (specialmente ne sono soggetti i portatori di diabete unitamente compresi – tipo 1 e 2 e gli anziani) è spesso causa di prurito intenso e generalizzato.

Le malattie sistemiche che determinano un prurito generalizzato, solitamente senza alcuna lesione cutanea manifesta sono: l’ostruzione delle vie biliari, l’uremia (frequentemente associata a iperparatiroidismo), i linfomi, le leucemie e la policitemia rubra vera. Il prurito può manifestarsi anche durante gli ultimi mesi di gravidanza. Sono stati individuati molti farmaci (specialmente barbiturici e salicilati) in grado di determinare prurito. Al contrario, sono ancora poco note le associazioni del prurito generalizzato con l’ipertiroidismo, il diabete mellito e vari tipi di tumori viscerali. Il prurito ha raramente un’origine esclusivamente psicogena.

l grattamento persistente può provocare eritema, papule orticarioidi lineari, escoriazioni di precedenti papule, fissurazioni e croste sierose indovate lungo le linee di sfregamento, che possono nascondere la patologia sottostante. La lichenificazione e la pigmentazione cutanea possono derivare dallo sfregamento e dal grattamento prolungati. Talvolta, i pazienti con prurito intenso generalizzato mostrano modesti segni cutanei di escoriazione o sfregamento.

Ecco mentre ce la grattiamo, e il periodo estivo come invernale aiuta a farlo, magari dopo la grattatina un controllino lo diamo gusto per essere fighi, siccome oggi abbiamo raggiunto l’apoteosi nella cura del proprio aspetto estetico (pelle, denti, muscoli, capelli). A volte la presenza di un banale stato pruriginoso (non solo intimo).

Lo scriveva anche il Petrarca: con l’estate la pelle s’inarca e la sopralza nella linea sottile del divenire delle cose, increspate dalla bellezza della salsedine marina, facendo diventare sogno il bisogno.

Alla fine di ciò è necessario individuare l’origine del prurito generalizzato e correggerla. In assenza di affezioni cutanee apparenti, si deve ricercare la causa in una reazione allergica da farmaci oppure in un’affezione sistemica.

Nell’immediato, attendendo gli approfondimenti eventuali si possono adottare alcuni accorgimenti come: evitare gli indumenti irritanti (p. es., quelli di lana) o stretti. Il bagno deve essere veloce, per non aggravare un prurito generalizzato, specialmente nei soggetti con cute secca; deve essere inoltre utilizzata acqua tiepida (non calda).

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: