Terapie

(Aggiornamento) Farmaco utilizzato per il diabete tipo 2 evidenzia per la prima volta una protezione totale da complicazioni cardiache

Adv

Jardiance

Gli analisti prevedono una manna per i produttori di Jardiance, anticipando un grande cambiamento in cui farmaci per il diabete medici prescrivono più. Investitori americani hanno apprezzato la notizia, anche, facendo salire le azioni Lilly più del 5 per cento.

Jardiance, una pillola che va presa una volta al giorno, è stata approvata negli Stati Uniti lo scorso agosto per i pazienti con diabete tipo 2, non insulino dipendente.

Nonostante l’entusiasmo, i due produttori del farmaco: Eli Lilly and Co. di Indianapolis e il partner tedesco Boehringer Ingelheim GmbH, avevano annunciato che uno studio di tre anni aveva dimostrato che il farmaco ritardava il tempo di eventi letali per i pazienti a causa di malattie cardiovascolari o a seguito di un attacco cuore o ictus.

“Questo potrebbe essere importante per la cura del paziente, ma penso che dovremmo aspettare fino a quando la comunità medica avrò digerito tutti i dati”, ha ammonito il dottor Thomas Seck, capo US di Boehringer Ingelheim.

Dr. Ananda Basu, uno specialista del diabete presso la Mayo Clinic, ha ammonito che è impossibile prevedere gli effetti globali sul campo fino a quando i dettagli dello studio non saranno delineati con completezza:la dimensione dei benefici di Jardiance e gli eventuali effetti collaterali saranno resi noti.

I due produttori hanno in programma di rilasciare i risultati dettagliati alla Conferenza dell’Associazione Europea di Studi Diabetologici – EASD in Europa il prossimo 17 settembre e contemporaneamente pubblicarli in una rivista medica.

Lilly ha riportato appena 30 milioni di dollari di vendite per Jardiance nei primi 6 mesi di quest’anno, mentre privata la Boehringer Ingelheim non ha rivelato alcun dato.

Jardiance è parte di una nuova classe di farmaci per il diabete chiamati inibitori SGLT-2, che opera facendo estrarre ai reni una notevole quantità di zucchero dal sangue così da poter essere escreto nelle urine.

Le azioni Lilly hanno chiuso oggi a 87,33 dollari rispetto ai precedenti 4,3. – mentre i mercati stanno crollando.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: