Ricerca

Progettato grasso bruno impiantabile che brucia le calorie e abbassa lo zucchero nel sangue

Pubblicità
Termografia di grasso bruno-come impiantato nel animale anestetizzato a temperatura ambiente. L'impianto, illustrato nella zona A, è molto più caldo (30.86 gradi Celsius massimo) rispetto alla regione di controllo nella zona B (29.43 gradi Celsius massimo).

Termografia di grasso bruno-come impiantato nel animale anestetizzato a temperatura ambiente. L’impianto, illustrato nella zona A, è molto più caldo (30.86 gradi Celsius massimo) rispetto alla regione di controllo nella zona B (29.43 gradi Celsius massimo).

Gli scienziati dell’Università di Berkeley hanno voluto vedere se possono coltivare un pezzo di tessuto adiposo, come il grasso bruno ingegnerizzato all’interno di topi adulti, e che cosa possono farne per ridurre la massa grassa. Il grasso bruno è conosciuto per bruciare calorie attraverso la produzione di calore negli animali in letargo e nei bambini, dal momento che non tremano. Il team ha utilizzato le cellule staminali isolate dal grasso bianco che sono state incapsulati all’interno di un ponteggio in idrogel appositamente fabbricato e spinto a differenziarsi in grasso beige, un grasso marrone che diventa più chiaro dopo l’esposizione a temperature fredde.

L'aspetto dell'impianto, meno di un centimetro, rimosso dopo due settimane. In particolare, il grasso mostra lo sviluppo dei vasi sanguigni e una tonalità marrone marcata.

L’aspetto dell’impianto, meno di un centimetro, rimosso dopo due settimane. In particolare, il grasso mostra lo sviluppo dei vasi sanguigni e una tonalità marrone marcata.

All’interno del ponteggio in idrogel c’era anche acqua, acido ialuronico, e proteine ??correlate al grasso bruno. L’acido irrigidisce l’acqua, contribuendo a promuovere la differenziazione corretta, perché è stato dimostrato che la pressione sulle cellule staminali è in grado di guidare a produrre diversi tipi di cellule. Le stesse cellule staminali geneticamente erano state ideate per produrre l’enzima lucciola che gli rende il bagliore, consentendo ai ricercatori di tracciare il nuovo tessuto.

Pubblicità

Il composto è stato iniettato in topi identici e la crescita del nuovo tessuto monitorato, confrontando gli animali con un gruppo di controllo. I ricercatori hanno dimostrato che i topi con i nuovi impianti aveva una temperatura corporea superiore ai controlli e così bruciavano più calorie nel processo. Inoltre, i livelli di glucosio nel sangue e il contenuto di acidi grassi erano inferiori in questi topi.

I ricercatori prevedono che questo approccio può trasformarsi in un modo di aiutare le persone obese e i diabetici di tipo 2 a controllare il loro peso e lo zucchero nel sangue.

Lo studio è pubblicato Diabetes il giornale scientifico dell’ADA.