Dai media social e web

Novo Nordisk espande attività produttiva in North Carolina e Danimarca

Adv

novo

Novo Nordisk prevede di investire circa 2 miliardi di euro nei prossimi cinque anni nei nuovi impianti di produzione nel sobborgo di Raleigh a Clayton (NC – USA) e nei pressi di Copenaghen, in Danimarca. La società prevede di creare altri 700 nuovi posti di lavoro sia nel ramo produzione che ingegneria a Clayton, dove Novo Nordisk ora impiega più di 700 persone in una fabbrica di prodotti insulinici.

Circa 100 posti di lavoro sono previsti per il nuovo stabilimento danese nella produzione di prodotti per via orale, tra cui un nuovo farmaco targato Novo Nordisk, annunciando la fase finale della sperimentazione sull’uomo.

In cambio di ciò, ha dichiarato il Presidente USA Novo Nordisk, Jesper Hoiland, la multinazionale farà un investimento di 2 miliardi di euro nel nuovo impianto di Clayton, e a tale proposito il governo dello stato del North Carolina ha assicurato alla società sgravi fiscali per quasi 20 milioni di euro e sovvenzioni pro formazione dei lavoratori. La produzione dovrebbe iniziare entro il 2020.

Più della metà delle vendite e della crescita della Novo Nordisk proviene dagli Stati Uniti, e l’analisi di prospettiva vede non solo l’aumento della popolazione americana con il diabete ma anche una necessaria presa di coscienza di come occorre imparare a trattare questa importante malattia per la salute umana, ha detto Hoiland.

“Questo è il nostro impegno a lungo termine”, ha ribadito Hoiland.

Circa il 95 per cento dei diabetici ha il tipo 2, legato all’obesità e a troppo poco esercizio fisico, fattori sempre più comuni. Quasi 30 milioni di adulti e bambini americani hanno il diabete. Circa 86 milioni in più sono a rischio di sviluppare il diabete, senza prendere misure per cercare di prevenire la malattia.

L’uscita del nuovo impianto North Carolina dovrebbe includere i principi attivi per un farmaco orale nella cura del diabete che Novo Nordisk ha detto ieri, di star lanciando in sperimentazione umana con il coinvolgimento di circa 8.000 persone con tipo 2. L’azienda ora produce i suoi principi attivi solo in Danimarca.

Mentre l’approvazione della Food and Drug Administration a vendere questo farmaco non è garantita, con l’annuncio dell’apertura del sito di produzione correlato a Clayton si potrebbe aiutare l’azienda a ottenere il sostegno politico per appoggiarsi all’agenzia se necessario in futuro, ha detto Steve Brozak, che segue l’industria farmaceutica come presidente dei titoli WBB.

“Questo è un po’ ‘come una cintura di sicurezza’ per Novo Nordisk, anche perché, a proposito di cinture, la FDA sembra voglia cominciare a stringere la cinghia sul suo prontuario farmaceutico, che letteralmente annega tra le pastiglie per il tipo 2” ha detto.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: