Reni

Nuova terapia offre una speranza per arrestare la progressione della malattia renale diabetica

Adv

Ricercatrice

I ricercatori: il dottor Greg Tesch e Professore Associato David Nikolic-Paterson del reparto nefrologia e trapianto del rene Centro per le Malattie infiammatorie Monash hanno dimostrato che un nuovo farmaco inibente ASK-1 sarebbe in grado di arrestare la progressione della nefropatia diabetica.

Lo studio, il primo nel mondo è stato pubblicato il mese scorso sulla prestigiosa rivista Diabetes.

“Abbiamo provato un inibitore selettivo di apoptosi segnale di regolazione chinasi-1 (ASK1) nei topi con nefropatia diabetica preesistente e scoperto che fermava completamente la progressione della malattia”, ha detto il dottor Tesch.

“E in alcuni casi la malattia effettivamente migliorava.”

Gli studi del nostro gruppo e altri hanno dimostrato significativamente che ASK-1 unità più i meccanismi di danno renale, tra cui l’infiammazione, il danno cellulare e la  fibrosi, sono tutti fattori importanti per la progressione della nefropatia diabetica.

“A differenza delle attuali terapie che hanno come target l’ipertensione e il controllo glicemico e, in generale rallentano la progressione della malattia, l  blocco dell’ ASK-1 sembra fermare la progressione della malattia renale diabetica”, ha detto il dottor Tesch.

“È interessante notare, che il blocco di ASK-1 non bersaglia l’ipertensione quindi è possibile la combinazione di questo nuovo farmaco con farmaci ipertensione possa portare a risultati ancora migliori per i pazienti.”

Il diabete è la singola più grande causa di insufficienza renale terminale nella maggior parte dei paesi e oltre un milione di australiani hanno un certo livello di malattia renale cronica.

“Se siamo in grado di arrestare la progressione della nefropatia diabetica, possiamo scongiurare milioni di persone dall’andare in dialisi o fare il trapianto di rene per sopravvivere”, ha detto il dottor Tesch.

Sulla base dei risultati del dottor Tesch, ora è stato stabilito uno studio clinico di fase 2 per esaminare la sicurezza e l’efficacia di un inibitore ASK-1 in pazienti con nefropatia diabetica.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: