Vista e dintorni

Lo screening della retinopatia diabetica per i bambini con diabete di tipo 1 dovrebbero iniziare più tardi

Adv

diabeticreti

E’ ben noto che la diagnosi precoce e trattamento tempestivo della retinopatia diabetica riduce la perdita della vista negli adulti, e alcune organizzazioni mediche consigliano per i bambini lo screening per la retinopatia diabetica ogni anno a partire dalla tenera età – dopo 9 anni, o da 3 a 5 anni dopo la diagnosi. Tuttavia, il valore dello screening nei bambini non è stata chiaramente documentato e la prevalenza di grave retinopatia diabetica tra i giovani è poco chiaro.
I ricercatori basati presso l’ospedale dei bambini di Philadelphia e Eye Institute Scheie, Perelman School of Medicine presso l’Università della Pennsylvania hanno iniziato a mettere in discussione le linee guida degli screening attuali di retinopatia diabetica per i bambini. Erano preoccupati che questi esami annuali possano creare un onere finanziario e logistico eccessivo per le famiglie e il sistema sanitario.
I ricercatori hanno condotto uno studio retrospettivo su 370 bambini sotto i 18 anni con diabete tipo 1 e diabete di tipo 2. Alcuni dei partecipanti allo studio avevano livelli di zucchero nel sangue tre volte superiore a quella di una persona senza diabete. Tutti avevano effettuato un controllo oculistico per retinopatia diabetica tra il 2009 e il 2013, ma a nessuno è stata trovata tale patologia.
I ricercatori hanno quindi esaminato i dati che hanno portato alle linee guida di screening attuali. E si è scoperto che gli studi precedenti hanno riportato un tasso di prevalenza della retinopatia diabetica tra lo 0 e il 28 per cento nei bambini oggetto di studio, ma la maggior parte dei casi sono stati molto lievi e quindi non si qualificherebbero per il trattamento. Hanno anche scoperto che la persona più giovani aventi una grave retinopatia diabetica avevano tra i 15 e i 19 anni, e da 5 a 6 anni è stato il più breve tempo segnalato per avere il diabete prima di sviluppare una grave retinopatia diabetica.
Alla luce delle prove disponibili, i ricercatori raccomandano che le proiezioni per i bambini con diabete di tipo 1 potrebbero iniziare in età più avanzata rispetto alle raccomandazioni passate.
“Molti dei nostri giovani pazienti con diabete diligentemente controllato vengono ogni anno per le proiezioni che mostrano costantemente alcun segno della malattia”, ha detto Gil Binenbaum, MD, MCSE, co-autore dello studio. “Naturalmente, questa è una buona notizia per loro, ed è molto importante avere esami oculistici annuali una volta che il rischio di perdita della vista si sviluppa. Ma vale la pena questo peso per la famiglia e il sistema sanitario, se le prove dimostrano che la retinopatia diabetica non c’è e raggiunge uno stadio curabile solo anni dopo? ”
I ricercatori dicono che le eccezioni devono essere effettuate per i bambini con diabete di tipo 2 e di quelli identificati dai loro endocrinologi come aventi alto rischio di complicanze diabetiche. Dovrebbero cominciare le proiezioni per retinopatia diabetica su diagnosi, simili agli adulti con diabete di tipo 2, dal momento che molti pazienti affetti da tale forma vivono con la malattia non controllata prima di essere diagnosticati, e arrivano già in situazione compromessa.
La retinopatia diabetica è la principale causa di cecità tra gli adulti in età lavorativa negli Stati Uniti e colpisce quasi 8 milioni di persone. L’American Academy of Ophthalmology attualmente raccomanda che le persone con diabete di tipo 1 facciano proiezioni annuali per la retinopatia diabetica dopo 5 anni dall’inizio della loro malattia, e che quelli con diabete tipo 2 dovrebbero fare un esame al momento della diagnosi e, almeno una volta ogni anno successivo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: