Ricerca

Un comune farmaco per diabete di tipo 2 potrebbe prevenire l’emorragia e la perdita di sangue fatale scoprono gli scienziati

Adv

ricercatore

La massiccia perdita di sangue spesso porta alla morte, e quando le trasfusioni di sangue non sono disponibili, i farmaci attualmente in fase di test sono in grado di tenere in vita le persone sino ad arrivare in ospedale. Capire come funzionano questi farmaci, e la ricerca di terapie migliori, si è fino ad oggi dimostrata difficile. Ma le ultime ricerche hanno rilevato il modo in cui un farmaco per il diabete può proteggere contro cambiamenti che si verificano a livello cellulare durante una grave perdita di sangue.

Il professor Robin Williams dalla School of Biological Sciences presso Royal Holloway spiega: “Il nostro studio fornisce una prova evidente che i composti correlati al trattamento del diabete potrebbe essere utilizzati per la protezione contro la morte indotta da una massiccia perdita di sangue e salvare molte vite.

“Abbiamo iniziato guardando un trattamento ampiamente usato per l’epilessia e disturbo bipolare, l’acido valproico, che ha dimostrato di proteggere contro la perdita di sangue terminale. Identificando come l’acido valproico funziona, siamo stati in grado di trovare i farmaci più potenti, compresi i composti del classe dei tiazolidinedioni  principi attivi  che vengono utilizzati nei trattamenti ipoglicemizzanti per il diabete tipo 2.”

Circa il 40% delle prime morti umane a causa di un trauma causato da emorragia sono e dallo shock conseguente e il 62% di queste morti si verificano nelle prime quattro ore. Pertanto la gestione tempestiva di questo stato patologico è fondamentale per salvare vite umane. Lo studio si è concentrato sull’identificazione dei trattamenti che possono proteggere da questo shock,  nel suo punto più, ovvero quattro ore dopo incidente.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: